Sostanza potenzialmente cancerogena: AIFA ritira farmaci dal mercato

Share

Cosa fare se si utilizzano questi farmaci?

Per i pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco pubblicato sul sito, la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II. In altre occasioni, poi, un medicinale sottoposto ai controlli può non presentare la composizione qualitativa e quantitativa dichiarata nei documenti che ne accompagnano il percorso di vita.

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha stabilito di ritirare dal mercato settecento lotti di farmaci contro l'ipertensione. I medicinali a base di valsartan sono usati per trattare i pazienti con ipertensione, al fine di ridurne le complicazioni come infarto e ictus.

Kate e Meghan, sfida a colpi d'eleganza al battesimo del principino Louis
James's Palace di Londra, lo stesso luogo in cui è stata battezzata Meghan Markle prima del matrimonio con Harry . Il principe Louis indossa una replica fatta a mano della veste battesimale tradizionale della famiglia reale .

I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II. In particolare ad essere sotto accusa è la sostanza denominata N-nitrosodimetilamina (Ndma).

"L'AIFA sta lavorando insieme all'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e alle altre agenzie europee per valutare il grado di contaminazione nei prodotti coinvolti e adottare misure correttive nel processo produttivo" concluso dall'Agenzia italiana dle farmaco. Colui che assume un farmaco contenente questa sostanza è opportuno che contatti il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci.

Come soluzione è necessario rivolgersi al più presto al proprio medico di base che potrà cambiare la molecola da usare o, più semplicemente, suggerire una diversa casa farmaceutica che produce il prodotto e che, ovviamente, non è inclusa nella lista di quelle in via di ritiro ufficiale. Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio. I pazienti che sono in cura con farmaci a base di valsartan devono verificare se il medicinale che assumono sia presente nella lista dei medicinali coinvolti dal ritiro a scopo precauzionale.
A seguito dei numerosi quesiti pervenuti dalle farmacie in merito, Federfarma ha ritenuto opportuno fornire ulteriori indicazioni operative per le farmacie che possano facilitarle nel rapporto con i cittadini.

Share