Thailandia, finisce l'incubo nella grotta: tutti salvi

Share

Dopo 17 giorni rinchiusi in una grotta della Thailandia, i 12 ragazzi della squadra di calcio nota come "I cinghiali" e il loro allenatore sono stati tratti in salvo dai soccorritori. Due hanno una probabile infezione polmonare, ma tutti e otto sono generalmente "sani e sorridenti". "Tutti sono di buon umore e sono felici di uscire, ma ci sarà uno psichiatra per valutarli". A rientrare nella caverna è stata la stessa squadra di sub che ha già operato nei primi due giorni. Come nei giorni scorsi l'ostacolo principale per le operazioni di salvataggio è stata la pioggia. I 12 ragazzi sono stati divisi in 4 gruppi, il primo da quattro e gli altri da tre persone. Per gli ultimi quattro ragazzi ed il loro coach bisognerà così attendere ancora, almeno fino a domani. I livelli di acqua che inondano parzialmente la grotta sono diminuiti in modo significativo, in modo che i bambini possano camminare per gran parte del viaggio. Prayuth ha aggiunto che la potenza di quei farmaci è simile a quelli che prende lui per rilassarsi "se deve usare armi da fuoco". E magari mangiare l'ormai famoso pollo fritto con il riso al basilico dolce che tutti hanno chiesto di mangiare. Le autorità hanno deciso di aspettare la fine del recupero per comunicarlo ufficialmente alle famiglie. E per adesso trattenuto in un ospedale da campo in attesa di essere trasferito in quello di Chang Ray dove sono già arrivati i suoi compagni. Che però si traduce in una 'tortura', si sfoga una mamma.

Gli otto ragazzi salvati ieri e domenica rimangono in isolamento all'ospedale di Chiang Rai, dove i loro familiari hanno potuto vederli attraverso un vetro: i medici vogliono mantenerli in isolamento per escludere contaminazioni per il loro sistema immunitario ancora fragile.

Juventus, Cristiano Ronaldo rifiuta 200 milioni: CR7 vuole solo i bianconeri
Cristiano Ronaldo pare sempre più vicino alla firma di uno dei trasferimenti più strabilianti della storia. CR7 qualche mese fa ha rifiutato 200 milioni dalla Cina per due anni.

L'ultima delle tre giornate di recupero del gruppo non ha avuto imprevisti. Anzi. Il tragitto è stato percorso oggi dai ragazzi in circa due ore in meno, grazie all'esperienza accumulata nel blitz alla vigilia. Saman Kunan, ex ufficiale della Navy Seal thailandese, ha perso la vita per la rarefazione dell'aria nella grotta.

Share