Thailandia, in salvo i primi sei bambini: stanno bene

Share

Hanno guardato avanti senza porsi troppe domande.

Thailandia, salvati i primi quatto ragazzi intrappolati nella grotta Sono già in salvo e stanno abbastanza bene 4 dei 12 calciatori bloccati dal 23 giugno con il loro allenatore 25enne in una grotta di Tham Luang, in Thailandia. Nel loro volto c'è ancora tensione, paura.

Secondo lui, altri due bambini sono sulla strada.

Mediaset a Montecarlo la presentazione dei palinsesti
E potrebbe arrivare una sorpresa: " Casa Totti ", una sit-com sullo stile "Casa Vianello" con Ilary Blasi e Francesco Totti . La novità principale è l'arrivo di Giacobbo che si occuperà anche del canale Focus e di Gerardo Greco .

Non è ancora chiaro se i ragazzi intrappolati dovranno abbandonare la grotta a nuoto, ma è stato fatto trapelare che, ad oggi, è possibile camminare lungo buona parte della cava. Sarà recuperata una persona per volta.

"Sei di loro sono usciti", ha annunciato un funzionario del ministero della Difesa, parlando a condizione di anonimato. Il governatore ha avvertito che potrebbero volerci due giorni per concludere la missione. Nel salvataggio sono coinvolti 18 subacquei di cui 13 stranieri e 5 thailandesi. Adesso è prevista una pausa di 10-12 ore prima di riprendere con "questa notevolissima operazione". I medici australiani, entrati ieri nella grotta per valutare le condizioni di salute dei 12 baby calciatori, hanno confermato che erano pronti a partire. Anche per questo, all'esterno della grotta altre squadre di soccorritori continuano a perlustrare la giungla sulle pendici della montagna, nella speranza di individuare un'entrata alternativa dalla quale possano essere fatti uscire i ragazzi. Le correnti d'acqua all'interno della grotta nei giorni scorsi erano forti, la visibilità era inesistente in alcuni punti e il percorso sott'acqua era complicato da molti passaggi stretti e rocce ripide.

I 12 ragazzi e il loro allenatore sono stati trovati tutti vivi lunedì 2 luglio, nove giorni dopo essere rimasti intrappolati nella grotta. Lo scrive il Bangkok Post, citando fonti tra i soccorritori e aggiungendo che l'allenatore della squadra di giovani calciatori sarà l'ultimo a uscire. Ora è attesa per la ripresa dei soccorsi, che sono stati interrotti per motivi logistici. L'allenatore era stato segnalato come il più debole, anche perché per giorni aveva rinunciato alla sua parte di cibo, lasciandola ai suoi ragazzi. "Le piogge sono una delle principali preoccupazioni, l'acqua potrebbe tornare a inondare i tunnel", ha spiegato il portavoce, ricordando che oggi è previsto un intensificarsi delle precipitazioni.

Share