Ticinonline - Sachsenring: Marquez in pole, sesto Rossi

Share

Ancora una pole position, la nona di fila al Sachsenring, la sesta da quando corre in MotoGP, battendo Danilo Petrucci per di un'inerzia, appena 25 millesimi. Praticamente niente. Anti tantissimo, perché tra un secondo posto e una pole c'è una bella differenza, non tanto sulla pista, quanto per l'orgoglio personale.

"E' da ieri che faccio secondo..." Nella prima metà tutti andranno forte, ma sarà la seconda metà che sarà determinante perché caleranno le gomme. "Peccato. Sono anche dispiaciuto per l'errore in curva che ha compromesso il testa a testa con Marquez per la pole". Ma ovunque sono determinanti per stabilire chi abbia fatto meglio di un altro.

YAMAHA VICINE - In seconda fila, un ritrovato Maverick Vinales partirà davanti ad Andrea Dovizioso e Valentino Rossi.

Pensioni d'oro, Di Maio rilancia. Contributo solidarietà per la Lega
Difficile dar torto alla deputata Pd Morani che attacca Brambilla: "Contrordine: la Lega prepara una nuova tassa sulle pensioni . E sarà proprio sulle risorse che si effettuerà il gioco della riforma pensionistica il prossimo autunno.

Avete fatto qualcosa sulla moto per cercare di conservare le gomme per il finale? Infatti con la squadra abbiamo lavorato molto sull'elettronica per rendere l'erogazione più dolce possibile.

Ci si attendeva un dominio ben più ampio da parte del campione di Cervera, ma la versione 2018 delle Ducati ha mostrato di essere un vero e proprio passo avanti rispetto a quelle precedenti e ha permesso ai piloti di Borgo Panigale di battagliare con Marquez quasi ad armi pari. Questione di scie. "Ci sono sempre gli stessi piloti che cercano la ruota, anche se è lecito e si può fare - dice Jorge riferendosi a Petrucci -". Non l'ho aspettato, mi ha superato mentre scaldavo le gomme e mi sono attaccato: gli ho chiesto scusa, è la prima volta che lo faccio.

Sembra che abbiate tutti molti dubbi...

Share