Trump: "La Ue? Un nostro nemico, in parte anche Russia e Cina"

Share

Non potevano che avvicinarsi Bruxelles che Pechino, dopo che il presidente-tycoon le ha schierate entrambe nel campo dei "nemici".

Il presidente - che ha già provocato le ire delle autorità britanniche nella sua due giorni a Londra criticando la "soft Brexit" della premier May - venerdì ha incontrato la regina al castello di Windsor. Nello stesso giorno in cui Pechino ha annunciato un ricorso formale al WTO contro gli ulteriori dazi minacciati da Trump, è emerso che il Pil cinese nel secondo trimestre è rallentato al 6,7% dal 6,8% precedente, ma con un export ancora in buona salute; tuttavia la forte frenata dell'aumento degli investimenti in asset fissi e il rallentamento della produzione industriale si coniuga con qualche segnale di affaticamento della domanda interna nell'indicare che l'economia cinese stia sicuramente perdendo slancio. Il problema, neppure troppo sottointeso, è che lo sta facendo con grande lentezza: neanche a questo Summit, il ventesimo tra Ue e Cina, sono stati fatti passi avanti sull'importante trattato bilaterale sugli investimenti.

La parte aperta dell'incontro si è conclusa con una stretta di mano.

Chi vincerà la gara MotoGP del Sachsenring?
Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l'account @ MotoGp , così come la pagina MotoGp su Facebook. È stato comunque il miglior ducatista in pista.

Trump si è anche congratulato con Putin per la superlativa organizzazione del campionato mondiale di calcio.

A poche ore dall'attesissimo incontro con Putin, Trump ha dichiarato in un tweet che "i nostri rapporti con la Russia non sono mai stati peggiori". Il polacco Tusk presidente del Consiglio UE, che attraverso Twitter afferma: "L'America e l'UE sono ottimi amici".

Share