Usura bancaria, indagato ministro Savona - Ultima Ora

Share

A dare il via alle indagini una denuncia del giugno dello scorso anno presentata dalla Engineering srl, dei fratelli Pietro e Angelo Santoro, società di capitali con sede legale a Campobasso, che ha realizzato i principali parchi eolici di Molise, Campania e Puglia, anche per conto della Erg. Savona all'epoca dei fatti contestati era al vertice di Unicredit, dove siedeva a seguito della vice presidenza in Capitalia e con la fusione degli istituti.

La Procura: si tratta di "un atto dovuto a garanzia degli indagati".

Marco Paolini, incidente in A4: due feriti
L'incidente ha avuto anche gravi ripercussioni sul traffico con chilometri di code che si sono smaltite solo dopo molte ore. Qui fortunatamente in quel momento non erano in arrivo veicoli e si è così evitato un secondo tragico scontro.

Il suo nome è comparso nell'inchiesta del pm Rossana Venditti che vede coinvolte altre 22 persone per presunta usura bancaria.

Gli altri nomi dell'inchiesta di Campobasso sono: Federico Ghizzoni, ex numero uno di Unicredit; l'ex sindaco di Ravenna ed ex presidente di Unicredit Aristide Canosani; Franco Bellei, tra i vertici di Banca di Roma e poi Unicredit; Cesare Farsetti, del Cda della Banca agricola e commerciale; Luca Majocchi, ex Unicredit - Pagine gialle e ora Spencer Stuart; Roberto Nicastro; Gabriele Piccini; Edoardo Massaglia; Paolo Fiorentino; Alessandro Cataldo; Giovanni Chelo; Dieter Rampl; Giuseppe Vita; Francesco Antonio Ricci; Antonio Ciarallo; Adolfo Toti; Vincenzo De Peppo; Giuseppe D'Onofrio; Nicolangelo Testa; Rosario Spatafora. Oltre a Savona, secondo il quotidiano, risultano indagati anche Alessandro Profumo, oggi amministratore delegato di Leonardo-Finmeccanica e Fabio Gallia, oggi amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti. Al 2017 risale la denuncia dell'avvocato Luigi Iosa dalla quale è scaturita l'inchiesta penale condotta dal pm Venditti.

Share