A Palermo fermata una nave con 20 tonnellate di hashish

Share

A bordo della 'Remus', che batteva bandiera panamense, c'erano anche 400mila litri di gasolio, anch'essi sequestrati dalla GDF. L'operazione svolta dai finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, con il supporto operativo del gruppo aeronavale di Messina e la collaborazione del servizio centrale investigazione criminalità organizzata e col coordinamento della Dda di Palermo, ha portato all'arresto di 11 persone del Montenegro.

Inoltre, durante la navigazione davanti alle coste nordafricane, la plancia di comando spegneva ripetutamente il trasmettitore AIS (strumento necessario all'identificazione e individuazione delle imbarcazioni attraverso sistemi satellitari). La nave, abbordata in acque internazionali, è stata scortata nel porto di Palermo per l'ispezione. Ulteriori approfondimenti investigativi hanno consentito di definire ruoli e responsabilità dei membri dell'equipaggio fino ad ipotizzare il loro pieno coinvolgimento nei traffici illeciti.

Corona e Nina Moric insieme. E lui la combina grossa
Ma ora basta, perché dai ricatti siamo passati alle avance e a mancanze di rispetto nei miei confronti. Non è mancata la risposta della modella che ha scritto: "Preferivo non rispondere al post di L.

La nave, che si occupa di soccorso alle altre imbarcazioni che hanno bisogno di rifornimento in mare, era partita dalla Spagna, ha toccato Augusta e poi si era diretta a Palermo per una sosta, prima di essere intercettata e bloccata dalla Finanza. Dopo lo svuotamento di due serbatoi, che contenevano 20mila litri di gasolio, sono stati ritrovati oltre 650 sacchi di iuta con 20 tonnellate di hashish, di 13 diverse qualità. Anche l'intervento di una unità medica dell' ASP di Palermo, consentiva l 'accurato monitoraggio delle condizioni di salute dei finanzieri impegnati nelle operazioni, rese particolarmente difficoltose dalle esalazioni del combustibile. Il tutto sotto la direzione della Dea di Palermo [VIDEO] che ha coordinato l'operazione: un maxi sequestro della nave "Remus" che trasportava oltre 20 tonnellate di hashish e oltre 400 mila litri di gasolio.

Nell'ambito della più ampia cornice dell'operazione Libeccio International, sono stati operati dalle fiamme gialle di Palermo, negli ultimi quattro anni, sequestri per oltre 139 tonnellate di stupefacenti, per un controvalore complessivo stimato in oltre 1,4 miliardi di euro. In questo scenario la Guardia di Finanza svolge il suo ruolo esclusivo di "polizia del mare', integrando il dispositivo aeronavale costiero con quello di altura, tanto per il controllo delle frontiere esterne con le attività di esplorazione aeromarittima condotte in acque internazionali, quanto per la difesa degli interessi economico-finanziari del Paese e dell'Unione Europea".

Share