Addio a 'Jimmy il Fenomeno'

Share

Un giorno triste per gli appassionati di cinema cult all'italiana: si è spento a 86 anni in una residenza per anziani milanese Jimmy il fenomeno, all'anagrafe Luigi Origene Soffrano.

La sua carriera lunga 50 anni l'ha visto impegnato in oltre 150 film, partendo da quelli interpretati da Totò e Aldo Fabrizi per arrivare alla commedia sexy all'italiana degli anni settanta con Alvaro Vitali e Lino Banfi.

Nel 1961 il suo esordio nel film 'Ercole alla conquista di Atlantide'.

International Champions Cup, Asensio guida un ottimo Real Madrid: Juve battuta 3-1
Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. Fuori Pjanic e Chiellini e dentro Leandro Fernandes e Barzagli. Come vedere Real Madrid Juventus in streaming e diretta tv .

Addio a Luigi Origine Soffrano, in arte 'Jimmy il Fenomeno'. Tutti i registi lo volevano perché negli ambienti di Cinecittà era considerato una sorta di portafortuna.

Negli anni '80 il Fenomeno si era dato anche alla televisione con piccole apparizioni nel Drive In di Antonio Ricci, facendo da spalla ad Ezio Greggio (era il "portachiavi del Milan" nello spazio Teste di quiz). Tanti i film nei quali ha recitato tra cui 'Il monaco di Monza', 'Fantozzi', 'La liceale nella classe dei ripetenti', 'Fico d'India', 'Il bisbetico domato', 'I fichissimi', 'Innamorato pazzo', 'Acqua e sapone' e il 'Il ragazzo di campagna'.

Lascia Roma per Milano, a metà degli anni Novanta, per via di problemi di salute che ne hanno compromesso la deambulazione, costringendolo sulla sedia a rotelle. Nel 2010 aveva lanciato un appello per avere accesso al sussidio della Legge Bacchelli, destinato a personaggi protagonisti del mondo dell'arte e dello spettacolo italiano. I funerali si terranno mercoledì 8 agosto a Milano.

Share