Brescia, neonato morto per batterio: tutto il reparto sotto inchiesta, 16 indagati

Share

Quello della Procura di Brescia è stato definito "un atto dovuto" per permettere ai medici indagati di poter nominare un proprio consulente durante l'autopsia sul corpo del bambino, nato prematuro a fine giugno. "Possiamo escludere che sia stato trasmesso da personale medico, che è risultato negativo ai tamponi", ha spiegato Chirico. A causare l'infezione, la cui notizia è stata riportata dalla testata "Bresciaoggi", sarebbe stato il batterio serratia marcescens, una specie che colpisce in prevalenza le persone che si ricoverano negli ospedali e che, in persone immunodepresse, può causare gravi sintomi.

Serratia marcescens è il batterio responsabile della morte del neonato all'ospedale Civile di Brescia. Sono sei quelli ancora ricoverati a causa dell'infezione. "Sembrava in condizioni stabili poi all'improvviso è peggiorato".

Le fonti di contagio, confermate o sospette per epidemia da Serratia, sono, principalmente: i neonati colonizzati e/o le mani degli operatori sanitari, più raramente il latte, le superfici delle termoculle, il sapone per lavaggio mani, sporadicamente altri presidi sanitari, anche se in più della metà dei casi descritti non è stata identificata alcuna fonte comune. Tutta l'equipe medica del reparto di terapia intensiva neonatale degli Spedali Civili di Brescia è stata iscritta nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo. "Non rabbia e nemmeno accanimento, solo dolore", dice l'avvocato bresciano aggiungendo "vogliono sapere perché è accaduto e se ci sono responsabilità".

VIDEO Highlights Real Madrid-Milan 3-1, Trofeo Bernabeu 2018
Gattuso lancia subito Higuain , a cui affianca Suso e Borini , ma non Caldara , in difesa c'è Musacchio . Navas (76' Lunin); Carvajal (76' Sergio López), Varane (60' Sergio Reguilón), Sergio Ramos (76' F.

I piccoli hanno contratto l'infezione mentre erano ricoverati e ora le loro condizioni sono stabili e in graduale miglioramento.

Si tratta di un batterio appartenente alle Enterobacteriaceae.

Share