Cina vs USA: "Mentalità da gangster, ora nuovi dazi auto"

Share

Il riferimento è alla guerra commerciale fra USA e Cina, che si fa sempre più dura.

Incidenti in montagna, tre italiani trentenni dispersi da ieri sul Monte Bianco
Le ricerche, per cui si è mobilitata la gendarmeria francese specializzata nei soccorsi in montagna, sono ancora in corso. La zona, non lo nascondono gli uomini della gendarmeria francese , è ricca in crepacci.

Ultimamente, il presidente ha calcato la mano sul suo successo in questo ambito, annunciando che le sue politiche sui dazi (non solo alla Cina, ma anche quelli su acciaio e alluminio che hanno colpito l'Ue, dunque) hanno ridotto di 52 miliardi di dollari quell'enorme sbilancio commerciale, nel confronto sul secondo trimestre di quest'anno. Nel complesso 50 miliardi di esportazioni cinesi colpite, come promesso da Trump in campagna elettorale, all'insegna dello slogan "America first" , contro la globalizzazione: in difesa delle aziende e dei lavoratori americani. In piena "guerra commerciale", la Cina minaccia di colpire un simbolo americano: la Apple, la trillion dollar company che in Borsa vale più di mille miliardi. Tartasse le auto, le moto, il petrolio, ma pure il carbone, nonché i rottami ferrosi importati dagli States. E il Pechino? Non si ferma: reagirà con una mossa di identico peso a qualsiasi azione della Casa Bianca. Il governo degli Stati Uniti ha iniziato il 6 luglio scorso l'imposizione di dazi del 25% sull'importazione di merci dalla Cina del valore di 34 miliardi di dollari, che a parere di Pechino costituisce una violazione delle regole dell'Organizzazione mondiale del commercio.

Share