Disastro di Genova, seconda vittima in provincia

Share

Intanto, mercoledì a Genova si è tenuto il Consiglio dei Ministri che ha deciso lo stato di emergenza e lo stanziamento dei primi 5 milioni per gli interventi urgenti.

Fonti non ufficiali ma attendibili, poi, raccontano di Marta Dinisi, 29 anni infermiera dell'ospedale di Alessandria rimasa fra le macerie. Tra l'altro si stanno valutando le immagini delle telecamere di videosorveglianza collocate sul ponte per avere un'idea più precisa possibile sul numero di auto e camion precipitati e in base a quelle capire quante altre persone siano state coinvolte nel crollo.

Ha trovato la morte anche la famiglia di Pinerolo: Andrea Vittone, 49 anni, la compagna Claudia Possetti, 48 anni, Manuele e Camilla Bellasio, di 16 e 12 anni, figli della donna.

Sul ponte crollato ieri mattina a Genova c'era anche una coppia di fidanzati.

Genova, crolla ponte autostrada: 39 morti, si scava ancora
Tutti i cittadini devono viaggiare sicuri e ci impegneremo affinchè queste tragedie non accadano più. - ha concluso Conte. Nella giornata odierna i bond Atlantia sono crollati ai minimi storici.

Tra i dispersi ci sarebbe poi una famiglia di Oleggio (Novara): si tratta di Cristian Cecala con la moglie Dawna e la figlia Kristal, 9 anni. Le vittime sono di Pinerolo e abitavano nel quartiere Tabona.

Doverano effettuare alcuni lavori a Rapallo, operai della ditta di pulizie Marjus Djerri, 22 anni, giovane giocatore della rosa del Campi Corniglianese e Edy Bokrina, entrambi di origine albanese, i quali erano sul furgone Qubo della EuroPulizia.

Tra le vittime causate dal crollo di ponte Morandi risula esserci Vincenzo Licata, 58 anni, nato ad Agrigento.

Share