Formula 1, Hamilton trionfa in Ungheria e allunga su Vettel

Share

Piccola parentesi sulla gara di Bottas. Un mondiale che prende piega favorevole al campione Mercedes ma non lascia tregua ad alcun errore.

Al via le Mercedes tengono bene le prime posizioni mentre Vettel è subito aggressivo in curva 3 su Raikkonen, quando va a prendersi la terza posizione. Bruttissima, nel frattempo, l'avvio di Ricciardo che è addirittura 16esimo.

Il Coni dice sì al Giochi 2026: Malagò felice, Milano perplessa
La più tenace nel dire "no" alla candidatura unitaria, infatti, era sempre stata la sindaca di Torino , Chiara Appendino . La Giunta si è espressa all'unanimità a favore della soluzione anticipata ieri dal presidente del Coni, Giovanni Malagò .

Sebastian Vettel 8Il gran rimpianto sono quei secondi persi nel traffico dei doppiati e soprattutto quel pit-stop non velocissimo che lo caccia dietro a Bottas e che gli toglie le residue speranza di successo. Male Daniel Ricciardo: l'australiano della Red Bull è stato eliminato in Q2.

Il protagonista (negativo ) degli ultimi giri all'Hungaroring è stato il finnico Bottas, precipitato nel finale dal secondo al quinto posto. Gasly, con la Toro Rosso motore Honda, tiene stabilmente la quinta posizione. A circa 30 giri dall'inizio, Hamilton rientra ai box e Vettel prende la leadership della corsa. Seb prosegue indisturbato in testa. Bottas con le gialle sembrava non graffiare e si faceva avvicinare da Kimi; in realtà aveva impostato il suo passo per risparmiare le coperture il più possibile e conservare un vantaggio per stare davanti a Sebastian quando avrebbe effettuato la sua sosta. Hamilton segna un tempo straordinario e avanza a 13 secondi abbondanti da Bottas. Bottas si gira e passano i due ferraristi. Se allunghiamo la striscia alle ultime cinque gare, il tedesco ha raccolto solo 68 punti contro i 78 di Raikkonen e i 93 di Hamilton. Sotto il diluvio Lewis Hamilton ha conquistato la pole position davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, le decisioni prese dal collegio dei commissari si dimostrano tutt'altro che sopra le parti, e non fanno altro che aumentare i dubbi e le perplessità tra gli appassionati.

Share