Giuseppe Conte a Washington: oggi l'incontro con Trump

Share

Siamo due governi del cambiamento e tante cose ci uniscono, ha detto Donald Trump.

Il presidente del Consiglio ha confermato le notizie trapelate nel pomeriggio da fonti di Palazzo Chigi: Conte ha ricevuto il via libera dal presidente Trump su tre questioni cruciali: l'Italia conterà sull'apoggio degli Usa per la Conferenza sulla Libia, che si terrà nel nostro Paese (come anticipato dallo stesso Conte un mese fa al vertice NATO), e che servirà a stabilizzare il mio possibile il Paese nordafricano in vista delle prossime elezioni politiche e e presidenziali libiche. "È un uomo che sta facendo un lavoro fantastico - ha proseguito Donald Trump in presenza del premier italiano Giuseppe Conte - Voglio veramente ringraziarla molto per essere qui". Ma contrariamente alle fake-news che la propaganda incredibilmente ospitata anche dai media più seri propala, nemmeno Michele Emiliano ha mai detto che la Tap "non va fatta", ha semplicemente sostenuto, con ottime ragioni peraltro, che avrebbe dovuto e potuto esser fatta approdare più a Sud, e sempre in Puglia. "Se vogliono incontrarmi io sono disponibile a incontrarli in qualsiasi momento, senza condizioni".

Morata diventa papà di due gemelli. L’annuncio social: "Alice, sei una leonessa"
Bienvenidos al mundo Alessandro y Leonardo . "Non potrei amare di più la mia famiglia e non potrei essere più felice di così ". Sono nati i gemelli di Alvaro Morata e Alice Campello .

"Sono molto contento di quello che sta facendo l'Italia sull'immigrazione", ha dichiarato il tycoon prima di entrare nello Studio Ovale, "anche altri paesi europei dovrebbero fare altrettanto". Posizione ben diversa quella di Trump per cui "le sanzioni rimarranno così come sono".

Pieno appoggio sulla politica migratoria e ok alla creazione di una cabina di regia italo-americana per la stabilizzazione della Libia in cui il nostro paese avrà un ruolo di leadership. "L'immigrazione è anche un problema di sicurezza. Attraverso le rotte dell'immigrazione possono arrivare foreign fighters, terroristi che minacciano l'Europa", ha sottolineato il premier. "L' Italia è perfettamente consapevole che il Tap è un'opera strategica. Ma ci sono inquietudini nelle comunità locali sulla realizzazione del gasdotto ed è mia intenzione incontrarle". Esiste innanzitutto un accordo tra l'Agenzia spaziale italiana e la Nasa che dal 1991 prevede opportunità di volo per gli astronauti italiani come contropartita alla messa a disposizione di 3 moduli logistici Mplm (Multi Purpose Logistic Module), usati con gli Space Shuttle per trasportare rifornimenti sull'Iss, uno dei quali ora è ancorato alla Stazione in maniera permanente come modulo di stivaggio.Inoltre l'industria aerospaziale italiana è all'avanguardia e aziende come Leonardo o la controllata Thales Alenia Space, ad esempio, non solo hanno costruito oltre il 50% dei moduli che costituiscono il volume abitabile della Stazione spaziale internazionale, ma forniscono continuamente all'agenzia spaziale americana satelliti o componenti fondamentali per l'esplorazione spaziale e il monitoraggio del pianeta. "E cioè lavorare con tutta l'Europa per superare questa fase". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte durante una conferenza stampa all'ambasciata italiana a Washington. L'Italia perderà con le sanzioni dozzine di miliardi di euro di export e di commesse e non potrà importare petrolio da Teheran: ma sono inezie di fronte alla solida amicizia di Washington e Tel Aviv.

Share