Guardiani della Galassia Vol. 3: Disney abbandona script di James Gunn [RUMOR]

Share

Attualmente James Gunn, il regista dei Guardiani della Galassia è senza lavoro in quanto licenziato dalla Disney per dei tweet risalenti a 10 anni fa.

Sembra un po' ipocrita che, alla fine del film, venga mostrato "Scritto da James Gunn", dopo che la Disney ha deciso che il regista non è degno di prendere il timone del terzo capitolo, ma ora una nuova voce afferma che lo studio sta cercando un nuovo sceneggiatore e questo non solo cancellerà la storia di Gunn, ma ritarderà notevolmente l'uscita del film. Che ovviamente sarebbe il meglio per il franchise. L'abbandono sembra evidentemente anche confermare che lo studio non ha intenzione di reintegrare il regista.

Il silenzio assordante dei Marvel Studios e di Kevin Feige si è interrotto questo pomeriggio, quando un report affermava che il presidente dello studio stava 'lottando' per mantenere la visione di Gunn e per averlo a bordo del progetto in qualche modo.

Moavero: "Anche noi siamo stati migranti". Lega insorge
Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli emigranti italiani non c'entra nulla.

L'interesse è sensato, dato il grande consenso di Gunn in seguito al suo licenziamento, incluso il cast dei Guardiani, che ha pubblicato una lettera congiunta che chiedeva il suo reintegro. E' anche piuttosto nauseante lavorare per qualcuno che ha dato consistenza a una campagna diffamatoria di cybernazi fascisti.

Diverse fonti dicono che Gunn, rappresentato da UTA e dall'avvocato Andrew Hurwitz, è ancora in trattative con Disney per la sua buonuscita. E, cosa più importante, sarebbe libero di affrontare immediatamente un altro progetto.

"Non è stato ancora presa una decisione definitiva, e sono ancora in corso conversazioni a riguardo".

Share