Il primo video immediatamente successivo alla tragedia di Genova — ESCLUSIVO TPI.it

Share

Il gruppo, in una nota, ha assicurato che il viadotto Polcevera "era monitorato dalle strutture tecniche della Direzione di Tronco di Genova con cadenza trimestrale secondo le prescrizioni di legge e con verifiche aggiuntive realizzate mediante apparecchiature altamente specialistiche". Morti anche quattro ventenni Torre del Greco che stavano andando in vacanza in Spagna: Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione. È una tragedia immane. "Ci sono ancora lamiere", dice un uomo della Protezione civile, caschetto giallo in testa, mentre riceve un cambio per andare a riposare qualche ora. "I primi passi - ha spiegato - serviranno per ricostruire tutte le opere che erano in esecuzione dal punto di vista della manutenzione e anche per capire cosa è accaduto quel giorno specifico, se c'è stata una causa scatenante". Entrambi vivevano in Italia da molti anni. Tra loro anche un bambino di 8 anni e due adolescenti di 12 e 13 anni. L'Agenzia ANSA riferisce, inoltre, che le squadre dei vigili del fuoco hanno lavorato sui due lati del Polcevera, in cui ci concentrano le macerie, e anche nel letto del torrente.

La mobilitàTante ripercussioni per chi si sposta in città, con diverse indicazioni che saranno valide almeno fino al 26 agosto secondo quanto stabilito dal Comune di Genova e che si aggiungono a quelle già varate nella giornata del crollo, il 14 agosto. Non è più possibile accettare che la politica tutta, sia totalmente menefreghista riguardo questa delicata tematica cioè di verificare e mettere mano prima che succedano queste tragedie per sistemare le infrastrutture ormai datate e metterle in sicurezza. "Ad Autostrade paghiamo i pedaggi più alti d'Europa e loro pagano tasse bassissime perché sono posseduti da una finanziaria Benetton in Lussemburgo". "Noi dobbiamo rispondere a una sola domanda: perché è successo? - ha detto il magistrato - Questo è il nostro compito e per farlo faremo tutto quello che è necessario". Sale a oltre 630 il totale degli sfollati, in totale 311 famiglie. "Tutti i cittadini devono viaggiare sicuri". Solo pochi minuti prima della tragedia avevano chiamato la ditta di pulizie per la quale lavoravano per avvertire del contrattempo e assicurare che si stavano affrettando. Lo ha scritto nella notte su Facebook il presidente del Consiglio. "Non è stata una fatalità, ma un errore umano", ha rimarcato Cozzi, che ha assicurato che permetterà la rimozione in tempi brevi delle macerie.

Ecco chi rischia il taglio della pensione
Il taglio penalizzerebbe maggiormente le donne che storicamente hanno raggiunto l'età pensionabile prima degli uomini . Il governo gialloverde sarebbe pronto a tagliare gli assegni pensionistici superiori ai 4mila euro.

Per maggiori informazioni e dettagli sulla situazione della circolazione ferroviaria nel nodo di Genova è attivo h24 il numero verde di Trenitalia 800 892021.

L'ipotesi concreta che stanno valutando gli assessori regionale e comunale alle politiche abitative, Marco Scajola e Pietro Piciocchi, è che gli sfollati possano essere alloggiati in futuro in alloggi di proprietà del Comune di Genova e gestiti da ARTE (Azienda Regionale Territoriale per l'Edilizia) da rimettere a posto.

Share