Insulti a Mattarella, Antiterrorismo apre un’inchiesta dopo attacchi social

Share

Attacco a Sergio Mattarella - Il Corriere della Sera lancia il sospetto di un collegamento tra i troll russi e i circa 400 profili anonimi che hanno chiesto sui social l'impeachment del presidente della Repubblica.

Bisognerà adesso stabilire da chi e per quali motivi fossero stati ordinati quegli attacchi, portati avanti nei giorni che portarono poi all'incarico al governo pentaleghista di Giuseppe Conte.

Un dubbio che lunedì prossimo entrerà nella sala di Palazzo San Macuto dove si riunisce il Copasir, a cui il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi chiede di svolgere "un'indagine approfondita".

La Procura di Roma è in attesa di un'informativa della Polizia postale. "Tra le novità che stanno trapelando dall'inchiesta - conclude il pezzo - ci sono ripetuti interventi negli ultimi anni anche sulla politica italiana". La vicenda riguarda ciò che è avvenuto la notte tra il 27 e il 28 maggio scorso, proprio nelle ore in cui Mattarella espresse il suo "no" alla candidatura di Paolo Savona come ministro dell'Economia.

Bambina italiana uccisa da una medusa mentre è in vacanza
La bambina stava raccogliendo conchiglie in un tratto di mare vicino alla spiaggia quando si è messa a gridare per il dolore. Una reazione allergica provocata probabilmente dal contatto con una cubomedusa . "Non c'erano segnali di avvertimento ".

Potrebbe esserci una mano russa dietro l'attacco web a Sergio Mattarella. Indiscrezioni emergono anche dall'analisi dei tre milioni di tweet allegata all'indagine dell'Fbi sul Russiagate.

In poche ore, racconta Marzio Breda, migliaia di profili cominciano un tam tam di cinguettii sotto l' hashtag #Mattarelladimettiti.

Secondo quanto denunciato da centinaia di nuovi profili sui social network, tutti riconducibili ad un'unica origine, pubblicarono migliaia di messaggi di insulti e di inviti alle dimissioni nei confronti del Capo dello Stato.

Al Quirinale - è il racconto del Corsera - scatta l'allarme.

Share