La Disney potrebbe cambiare idea sul licenziamento di James Gunn

Share

Dopo settimane durante le quali le voci attorno al caso Gunn si sono moltiplicate, oggi Variety, attraverso una fonte interna alla Disney, ha fatto un po' di chiarezza su ciò che sta accadendo all'interno della Casa di Produzione di Topolino.

Inoltre, la Disney non teme che gli attori della franchise Zoe Saldana, Chris Pratt, Bradley Cooper e Vin Diesel - che hanno apertamente supportato Gunn - si rifiuteranno di apparire nel terzo film.

La Fattoria Degli Animali, Andy Serkis sarà il regista
Il romanzo distopico, satirico e allegorico è ambientato in una fattoria dove gli animali, stanchi dello sfruttamento dell'uomo, si ribellano.

Il 30 luglio i principali attori dei due film Marvel Guardiani della Galassia hanno pubblicato un comunicato in difesa di James Gunn, il regista dei primi due film, licenziato dalla Disney (che controlla la Marvel) a causa di alcuni suoi vecchi tweet considerati offensivi. "Sebbene non sostenga le battute inappropriate di James Gunn di anni fa, è un brav'uomo", ha aggiunto Pratt. Sembra che il licenziamento di Gunn sia stato approvato sia da Alan Horn sia dal CEO Bob Iger. Secondo quando rivelato da Variety sembra che Disney non sia per niente intenzionata a riassumere il regista, anzi sarebbe già al lavoro su un possibile sostituto. Indipendentemente dalle opinioni personali che Evans e Hemsworth possono avere sulla situazione, le loro personalità pubbliche come icone dei supereroi in tutto il mondo sono un marchio che potrebbero voler separare da questa situazione - con buone ragioni. Per questo motivo non è stata comunicata alcuna nuova data riguardo l'inizio delle riprese di Guardiani della Galassia Vol.3 (per ora previste per febbraio 2019), né hanno ricevuto conferma le ipotesi di possibili nuovi nomi da ingaggiare in sostituzione di James Gunn.

Il licenziamento di James Gunn dalla regia di Guardiani della Galassia Vol. 3 da parte della Walt Disney Company è stato accolto con sgomento da parte non solo dei fan, ma anche da molti attori: in primis, lo stesso cast del film che ha scritto una lettera per chiederne la riassunzione. La sua storia non è finita... nemmeno per sogno.

Share