Migranti: accordo Merkel - Sanchez per stabilire un’equa ripartizione in Europa

Share

La Merkel ha incontrato in Andalusia il premier della Spagna Sanchez, che ha parlato di "emergenza sbarchi": da qui è nata la condivisione di idee sulla necessità di avere un approccio condiviso basato sulla "ripartizione equa delle quote tra i Paesi dell'Unione Europea". In totale, secondo l'Oim finora in Europa sono arrivati 74.326 migranti, di cui 60.309 via mare nel quale ne sono morti 1.524.

Nell'accordo tra Merkel e Sanchez è previsto che la Spagna riprenderà i migranti già registrati che tentano di entrare in Germania attraverso l'Austria, quel tipo di accordi bilaterali che la cancelliera tedescavorrebbe anche con Grecia e Italia per fermare la migrazione "secondaria" in Germania. "Stiamo discutendo con la Commissione europea per sbloccare una serie di risorse economiche che consentano al Marocco di essere molto più efficace nel controllo delle sue frontiere e delle partenze delle imbarcazioni dirette verso le coste spagnole".

Germania e Spagna sono pronti a lavorare insieme per fare ottenere maggiore sostegno al Marocco da parte dell'Unione Europea, così da "intensificare il dialogo e la cooperazione con i Paesi di origine e di transito dei migranti".

Calciomercato Inter, Modric fino all'ultimo: ieri un altro contatto
Un chiaro segnale che, rispettivamente per Juventus e Inter , non ci sia possibilità di acquistare i due campioni. Lui non avrebbe cambiato idea [VIDEO ], vuole lasciare Madrid e tentare la nuova esperienza in Italia.

Per la Merkel il sistema di Dublino "non funziona". La Merkel è impegnata in Spagna in una visita di due giorni di colloquio con il primo ministro Sanchez.

"Tutti noi - ha detto la cancelliera tedesca - riceviamo dei benefici dalla libera circolazione all'interno dell'Ue e allo stesso modo dobbiamo ripartire equamente i migranti che hanno diritto di rimanere sul territorio, ma non è ancora stata trovata la soluzione". L'organizzazione dell'Onu non conosce il numero delle persone detenute nei campi gestiti da milizie e trafficanti e indica in poco più di 690mila unità i migranti presenti in Libia, anche se la cifra reale forse è più alta.

Share