Morbillo: 41.000 casi Europa nel 2018, top da 10 anni

Share

Nei primi sei mesi del 2018 oltre 41 mila bambini e adulti sono stati colpiti dal morbillo nella regione europea dell'Oms. Gli effetti collaterali della malattia infettiva esantematica sono chiari a tutti: eruzione cutanea simile a rosolia e scarlattina che si risolve spontaneamente; in casi più rari a perdita della vista, dell'udito, a danni cerebrali permanenti o addirittura alla morte. Per l'organizzazione dell'Onu l'Italia è uno dei 7 paesi sui 53 della regione in cui si sono superati i mille casi, mentre l'Ucraina è al top con 23mila.

I primi sei mesi del 2018 sono stati particolarmente negativi per uomini, donne e bambini europei. Si tratta di un numero record che supera tutti i casi registrati in 12 mesi negli ultimi 10 anni. Nel primo semestre del 2018 In Italia si sono registrati gia' 2.029 casi.

Nei due anni precedenti, 2017 e 2016 si erano verificati rispettivamente 23.927 e 5273 casi. Il maggior numero di morti è stato in Serbia: sono stati 14 i decessi.

Calcio, dopo i problemi di rete Dazn ci riprova con Sassuolo-Inter
I tifosi nerazzurri si aspettano molto dalla squadra allestita quest'anno e sperano di poter competere per lo scudetto . Basta il rigore di Berardi per far scattare la festa in casa Sassuolo .

Secondo quanto riportato nel bollettino della European Regional Verification Commission for Measles and Rubella Elimination, pubblicato ieri, l'immunità è andata perduta, dato che i numeri indicano che i casi di morbillo sono in costante aumento dal 2016, anno in cui si è registrato un record negativo con 5.273 casi. "Stiamo assistendo a un drammatico aumento delle infezioni e delle epidemie prolungate", spiega Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. Chiediamo a tutti i paesi di implementare immediatamente misure ampie e appropriate al contesto per diminuire la diffusione di questa malattia. "Una buona salute per tutti parte dalla vaccinazione, e finché non elimineremo il virus non riusciremo a tener fede agli impegni per gli obiettivi di sviluppo sostenibile". Secondo l'ultima valutazione della Commissione europea di verifica regionale per il morbillo e l'eliminazione della rosolia (RVC), 43 stati membri su 53 hanno hanno interrotto la trasmissione endemica della malattia, mentre 42 lo hanno fatto per la rosolia.

L'Oms ricorda che "il virus del morbillo è eccezionalmente contagioso e si diffonde facilmente tra individui sensibili". "La vaccinazione è un atto di solidarietà".

Share