È morto il premio Nobel per la pace Kofi Annan

Share

Dopo una breve malattia, l'ex segretario generale delle Nazioni Unite e premio Nobel per la pace, Kofi Annan, è morto "serenamente" in Svizzera all'età di 80 anni. A confermare la notizia anche la famiglia e la fondazione del ghanese, con un post su Twitter.

Annan, ghanese, era stato il primo africano nero a guidare il Palazzo di Vetro.

Dopo due mandati, dal 1997 al 2006, è stato anche inviato dell'Onu in Siria.

Genova ponte crollato, il governo: "Colpa di Autostrade, via la concessione"
Sui vigili del fuoco, ha detto ancora Salvini , "ho ereditato un piano assunzioni di 1600 unità, stiamo lavorando per assumerne 500 nell'arco di un anno".

Laureatosi al Macalester College di St. Paul in Minnesota, Kofi Atta Annan si perfezionò poi in economia all'Institut Universitaire des Hautes Etudes di Ginevra e in management al prestigioso Massachusetts Institute of Technology. Nel 1993, gli venne affidato l'incarico di responsabile delle missioni di pace. Dopo l'invasione irachena del Kuwait, fu mandato dall'allora segretario generale Boutros Boutros-Ghali in Iraq per negoziare il rimpatrio del personale Onu: in quella veste contribuì a mediare la liberazione degli ostaggi occidentali. I suoi successi come Segretario generale delle Nazioni Unite sono stati giustamente riconosciuti col Nobel per la pace e molti altre onorificenze. È risalito nelle file dell'organizzazione fino al nuovo millennio con ineguagliabili dignità e determinazione - ha detto -. Il diplomatico è morto in un ospedale di Berna, secondo quanto dichiarato dalla sua famiglia.

"Ha combattuto per tutta la vita per un mondo che fosse più giusto e più pacifico".

Share