Pensioni d’oro, congelato il taglio agli assegni sopra i 4mila euro

Share

Di Maio torna sulle pensioni. Ma, lo ripetiamo, al momento si tratta soltanto di indiscrezioni, tutte da confermare. Si procederà a tappe, questo è certo.

Per Quota 100 si fa avanti l'ipotesi del requisito di età a 64 anni come limite di età minimo: negato quindi l'accesso alla pensione anticipata per coloro che possono "vantare" più anni di contributi ma età al di sotto della soglia.

Pertanto le pensioni d'oro saranno tagliate a settembre e la sforbiciata riguarder "i pensionati d'oro ex manager di Stato, i grandi pensionati che da quattromila euro in su non hanno versato i contributi e prendono pensioni anche di ventimila euro al mese, ma anche per i sindacalisti".

Riforma pensioni: prima quota 100 e poi l'introduzione di quota 41.

.

Uomini e Donne: Tina Cipollari regala un iPhone al figlio bocciato
La bionda opinionista del programma di Maria De Filippi , dopo la fine del matrimonio con Chico Nalli , ha ritrovato l'amore . E nei corridoi di Uomini e Donne circola già il nome della sostituta di Tina Cipollari .

L'intervento che il Ministro ha in programma riguarda le pensioni dei sindacalisti ed i cosiddetti "aumenti anomali". Peraltro, c'e' una notevole disparita' di trattamento tra sindacalisti che sono dipendenti pubblici o iscritti ai fondi esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria e sindacalisti che non lo sono.

Nel dettaglio, si potrà anticipare l'uscita dal lavoro solo se compiuti i 64 anni (età non ancora confermata ufficialmente) e di conseguenza, visto quanto detto in precedenza, si sia raggiunta un'anzianità contributiva di 36 anni. Invece, quota 41 permetterebbe di andare in pensione con 41 anni di contributi, indipendentemente dall'età anagrafica.

Un'altra possibilità potrebbe essere quella per cui ai lavoratori che pur potendo accedere alla Quota 100 restano a lavoro venga riconosciuto un bonus in busta paga; in questo modo il lavoratore sarebbe incentivato economicamente a continuare la propria attività.

L'estensione della Quota 41 a tutte le categorie di lavoratori, invece, dovrebbe essere attuata solamente nel 2020.

Share