Svizzera, aereo turistico si schianta sulle Alpi: si temono 20 morti

Share

Per chiarire le dinamiche dell'incidente si è attivato il Ministero pubblico della Confederazione, che lavora sul caso assieme al Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (Sisi) e alla polizia del cantone dei Grigioni. Il velivolo apparteneva alla compagnia svizzera Ju-Air ed era stato fabbricato tra il 1921 e il 1952. Le cause del sinistro non sono ancora note, così come la nazionalità delle vittime.

A poche ore dal velivolo precipitato a Hergiswil (NW), un altro aereo si è schiantato oggi in Svizzera: un velivolo è precipitato nel pomeriggio nella zona del Piz Segnas, cima di 3099 metri sopra Flims (GR), nella Surselva.

Fisco, sospeso l’invio delle cartelle per il mese di agosto
Al secondo e terzo posto troviamo rispettivamente il Lazio (circa 71mila) e la Campania (circa 65mila). In Campania congelati circa 107mila atti, la cui notifica riprenderà normnalmente a settembre.

Le vittime dell'incidente aereo in Svizzera sono 11 uomini e 9 donne di età compresa fra 42 e 84 anni: 8 erano coppie e 17 provenivano dalla Svizzera tedesca e francese mentre uno era austriaco. La conferma è arrivata dalla polizia nel corso di una conferenza stampa organizzata per fare luce su quanto accaduto.

In base ai primi accertamenti, l'aereo è precipitato verticalmente a una velocità relativamente elevata: non risultano collisioni in volo, per esempio con un drone, o perdita di pezzi del velivolo. Poi il rientro a Magadino per riprendere il volo in direzione di Dubendorf. Un piccolo velivolo - Socata TB-10 - si è schiantato al suolo, causando poi un incendio che si è diffuso in tutta l'aera circostante, rendendo più complicate le operazioni di soccorso. All'areodromo di Magadino l'aereo non ha subito manutenzione né ha fatto rifornimento.

Share