Terremoto in Molise, registrate 27 scosse in poche ore: chiusi due viadotti

Share

La più forte delle repliche, alle 22.22 è stata di magnitudo 4.1. La seconda, di magnitudo 3.3, ha avuto come epicentro Montecifone, sempre in provincia di Campobasso, già colpita dal sisma dei giorni scorsi. "L'area epicentrale - sottolinea l'Istituto di Geofisica - è considerata a pericolosità medio-alta così come mostrato nella mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale". L'episodio con magnitudo più forte - 5.1 - rimane quello della sera del 16 agosto, quando la terra ha tremato alle 20:19. "La magnitudo al momento è stata calcolata in 5.1-5.2, ma sono in corso tutte le valutazioni del caso".

LE REAZIONI - 'I molisani devono recuperare la tranquillità il prima possibile, perchè nonostante lo spavento legittimo e la paura per ora non si registrano che lievi danni e crepe e nessun ferito. "La gente è tutta in strada, c'è molta paura", ha dichiarato all'Ansa Francesco Trolio, sindaco di Acquaviva Collecroce. Quelle di questa sera arrivano a meno di 48 ore dalla scossa di 4.7 registrata poco prima della mezzanotte di Ferragosto tra i Comuni di Palata e Montecilfone.

Calcio in tv: guide, orari e pacchetti
L' offerta di Dazn si completa con la Serie B, che trasmetterà tutte le gare del campionato cadetto delle prossime tre stagioni. In migliaia hanno preso d'assalto le pagine social di DAZN con parole grosse nei confronti della piattaforma.

Anche secondo il Centro di allarme per gli tsunami negli Stati Uniti il terremoto è stato così profondo che non avrebbe potuto provocare uno tsunami.

L'intensità dell'evento sismico è stata tale da essere avvertita anche in Campania e perfino nel Lazio, zona sud, fino alle porte di Roma. In Abruzzo a Vasto, San Salvo e nei paesi del Vastese interno centinaia di persone sono fuggite dalle loro abitazioni, uscendo per strada. A Campomarino Lido diverse ambulanze sono transitate negli ultimi momenti probabilmente per persone che hanno accusato malori. La sala di monitoraggio dell'Osservatorio vesuviano - informa la direttrice, la professoressa Francesca Bianco - è subissata dalle telefonate di cittadini preoccupati.

Share