Asia Argento replica a Bennett e smette di pagare il "risarcimento"

Share

Domani, 5 settembre, è il giorno "X", giorno in cui la produzione di X Factor farà finalmente ilnome del sostituto di Asia Argento. L'appuntamento (televisivo) è per giovedì 6 settembre, alle ore 21.15, quando su Sky Uno andrà in onda la prima, attesissima puntata della dodicesima edizione del talent canoro di maggior successo in Italia. Ma tra le righe del nuovo documento si sostiene un'altra cosa: "Il suo rapporto con Bennett non è mai stato di natura sessuale, si è trattato piuttosto di un'amicizia a distanza durata molti anni". Per il Daily, che partirà il 19 ottobre, non ci sarà più Aurora Ramazzotti, ma Benji e Fede. A due giorni dalla messa in onda impazzano le voci su chi sarà a sostituire Asia Argento come giudice del talent.

Asia non ha intenzione di perseguire Bennett per la sua condotta e riconosce che il suo passato sfortunato, la sua carriera di attore in stallo e una causa contro i suoi stessi genitori per una presunta appropriazione indebita di più di un milione e mezzo di dollari dal suo conto potrebbero spiegare la sua disperazione nel cercare di ottenere soldi da Asia e da Bourdain.
Quel movimento poi ha dato forza a tante altre vittime, e oggi, continua il legale, è tempo di passare a quella che chiama la fase due: "Asia sostiene che tutte le vittime, che abbiano o meno condotto una vita immacolata, dovrebbero avere il coraggio di farsi avanti e di non temere che l'abuso che denunciano venga deviato da dinamiche discutibili appartenenti al loro passato". Il risalto internazionale che hanno avuto le accuse dell'attrice hanno sicuramente giocato un ruolo importante nella decisione della Fremantle, società di produzione del programma. Argento annuncia di avere bloccato i pagamenti concordati dall'ex compagno, lo chef Anthony Bourdain, per mettere la storia a tacere. Ma ora dalla parte opposta, quella solitamente "del mostro", c'è proprio lei. Il dubbio a questo punto è: possibile che non sia stato ancora individuato?

Il comunicato si conclude con la speranza che il nome di Asia Argento possa essere riabilitato dopo le opportune verifiche sulla vicenda.

Gattuso: "Non posso parlare di 'svolta'. Cutrone? Ha il veleno addosso"
Quando dico che Biglia è fondamentale a livello tattico non sbaglio: anche oggi ci ha salvato in tante occasioni. Mi fa piacere vederle, però la carica dobbiamo trovarla in noi stessi, quando prepariamo le partite.

Poi Heller entra nello specifico: "Anche se l'articolo pubblicato dal New York Times il 20 agosto scorso suggeriva che avesse abusato sessualmente di Jimmy Bennett, questo non è mai avvenuto".

Il favorito è Elio: il cantante sarebbe una scelta da "usato sicuro", visto che conosce benissimo il format grazie alle sue precedenti partecipazioni.

Share