Bce: tassi fissi a zero e stop al Quantitative easing

Share

Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi in risposta a una domanda sui timori in Italia che la fine del QE equivalga a lasciare il paese a se stesso.

Nella riunione odierna il consiglio direttivo della Banca centrale europea (Bce) ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%.

Il presidente dell'Eurotower, riferendosi all'Italia e alle dichiarazioni degli esponenti del governo che hanno fatto impennare i tassi dei titoli di stato negli scorsi mesi, ha detto che "le parole hanno fatto alcuni danni, i tassi sono saliti, per le famiglie e le imprese" anche se "tutto ciò non ha contagiato granché altri paesi dell'Eurozona" e sostanzialmente "rimane un episodio principalmente italiano". "Nel merito, il mandato della Bce non è assicurare che i deficit dei governi siano finanziati in qualsiasi condizione". Detto ciò - ha però voluto concludere il capo della Bce - dobbiamo essere consapevoli che il presidente del Consiglio italiano, il ministro dell'Economia e il ministro degli Esteri hanno detto tutti che l'Italia rispetterà le regole. "Le parole negli ultimi mesi sono cambiate diverse volte ora aspettiamo i fatti". "L'abilità di Draghi: riuscire a dire cose incisive, senza fare politica", commenta Stefano Lepri su La Stampa: "Il suo messaggio all'Italia è un invito a non mettersi nei guai perché resterebbe isolata". Quasi un voler spegnere sul nascere la minaccia che l'Italia possa innescare, se inascoltata, un'ondata di instabilità su scala continentale. Dapprima elogiando il clima costruttivo "che sperò prevarrà" con il ministro dell'Economia Giovanni Tria, la cui fermezza sulle misure finanziabili dalla manovra ha fatto evocare la richiesta di dimissioni. Fermare le riforme e stampare moneta non è quello che salverà l'Italia.

Apple Watch 3 e 4 in Italia, comprarli subito o aspettare?
I nuovi iPhone XR saranno disponibili in 6 colorazioni a partire dal 26 ottobre e in tre tagli di memoria: 64 GB, 128 Gb e 256 GB. Si chiama iPhone XR e sbarca sul mercato in diversi colori anomali per la Mela come blu, giallo e corallo oltre al bianco e nero.

"L'atteggiamento da parte di alcuni commissari europei è inaccettabile, veramente insopportabile".

Immediata la replica del ministro degli Interni Matteo Salvini:"Moscovici si sciacqui la bocca prima di insultare l'Italia, gli Italiani e il loro legittimo governo".

Share