Ciclismo, ecco l'Italia per il Mondiale: ci sono Nibali e Aru

Share

Ecco perchè la squadra italiana, annunciata quest'oggi nel grande evento che si è tenuto a Milano Citylife, è piena di scalatori e corridori versatili.

Una lista di undici corridori, dalla quale usciranno i nomi degli otto titolari per il mondiale di Innsbruck. Il percorso, "tra i più duri di sempre", sembrava ritagliato su misura per Nibali e Aru ma le due punte azzurre arrivano alla rassegna iridata sulla scia di una Vuelta modesta: Nibali ha cercato di centrare la fuga giusta per una vittoria di tappa ma ha faticato, in scarsa condizione dopo "la maledetta caduta" all'Alpe d'Huez nell'ultimo Tour; Aru invece ha steccato completamente l'appuntamento, peggiorando la situazione con la scivolata nella iscesa dell'Alto de Santa Eufemia. L'ottavo uomo uscirà tra Franco Pellizotti, Giovanni Visconti, Gianluca Brambilla e Dario Cataldo. Cassani ha dissipato i dubbi sulla presenza di Aru decidendo di inserirlo tra gli 11 nonostante i postumi della brutta caduta rimediata nel corso della Vuelta. Le condizioni non ottimali di Nibali e Aru non consentono di fare voli pindarici, anche se Cassani non perde l'ottimismo: 'Sono leggermente preoccupato - ha dichiarato- ma fiducioso.

Davide Cassani
Il ct della Nazionale azzurra Davide Cassani

Alessandro De Marchi (BMC Racing Team) e Fabio Felline (Trek Segafredo) sono i due convocati per la cronometro individuale. Poi voi mi darete 4-5 stelle e direte che sono favorito, ma sono scocciato da questa situazione. Lo scetticismo di Vincenzo è comprensibile, perchè un campione del suo calibro sa leggere il proprio corpo come nessun altro, e così Cassani dovrà necessariamente studiare un piano-B negli allenamenti pre-Mondiale: Moscon, come si è già detto, può essere una soluzione, ma occhio a De Marchi e a un'Italia "da fuga", che incendierà la corsa sin dall'inizio e proverà a portare via un'azione volta a tagliar fuori i big presenti (Yates, Pinot ecc).

Formula 1 - Il settimo sigillo targato "The Hammer"
Al via Hamilton non sbaglia e conserva la pole position , seguito da Verstappen e Vettel . Fernando è settimo davanti a Sainz , Leclerc e Hulkenberg (gli ultimi due sono doppiati).

Share