Ciclismo, il dramma di Kristina Vogel: "Paralizzata dopo incidente"

Share

A se stessa, ha confessato la campionessa, ripete: "Ok, questa adesso è la situazione, ora sta a me vedere come andare avanti e come fronteggiarla". Durante una sessione di allenamento, al velodromo di Cottbus, la Vogel si era infatti scontrata con un altro ciclista entrato improvvisamente in pista. Dopo l'incidente i principali atleti del ciclismo tedesco avevano lanciato una campagna di donazioni #staystrongkristina, che finora ha raccolto circa 120 mila euro che serviranno alla Vogel per la riabilitazione.

"È uno schifo, non c'è altro modo di esprimerlo, non importa come lo dico: non posso camminare", ha spiegato. Nell'intervista la tedesca ha raccontato che il suo midollo spinale è reciso a livello della settima vertebra. Cosa posso fare? Ho sempre detto che prima accetto la nuova situazione e prima posso affrontarla. La Vogel ha perso ogni sensibilità nelle gambe: "Sento la mia pelle, ma non c'è reazione, le mie gambe non sentono il contatto, è difficile da descrivere. Penso che prima accetterò questa condizione e meglio potrò gestirla".

Paura nel beneventano, nuova scossa di terremoto. Avvertita anche in Irpinia
Tanta paura questa mattina per una forte scossa di terremoto che ha colpito le Filippine . Il fortissimo scuotimento ha interessato la regione di Mindanao.

Nella storia dell'attività ciclistica di Kristina Vogel, "campionessa di ciclismo di velocità", vanno ricordati due ori olimpici, il primo nel 2012 nella gara di la velocità a squadre ai Giochi di Londra, il secondo, quattro anni dopo, a Rio de Janeiro. "E' bello - ha aggiunto - che possa prendermi del tempo".

La due volte campionessa olimpica di velocità Kristina Vogel non riesce più a camminare.

Share