Crollo delle richieste di Cassa integrazione

Share

Tuttavia, rispetto a un anno fa le cose sono decisamente migliorate: infatti, nel primo semestre del 2017 il saldo dei contratti stabili si era stabilizzato a quota 18.000, poco più un decimo del livello attuale, mentre nel mese di giugno era in flessione di 15mila unità.

In crescita risultano tutte le componenti: contratti a tempo indeterminato +1,7%, tempo determinato +5,9%, apprendistato +11,2%, stagionali +2,8%, somministrazione +16,3% e intermittenti +6,5%.

Ma a fare da contraltare al calo vertiginoso delle cig c'è il dato sulle domande di disoccupazione: a giugno 2018 sono state 139.390di Naspi e 2.081 di Discoll, a cui vanno aggiunte 714 domande di Aspi, mini Aspi, disoccupazione e mobilità per un totale di 142.185 domande.

Cucinelli:utile semestre sale a 23,8 mln
Il buon andamento delle vendite Autunno Inverno ci porta a confermare la nostra positività per la seconda parte dell'anno. Brunello Cucinelli ha chiuso il primo semestre dell'anno con ricavi in crescita del 9% a 269,5 milioni di euro.

Notizie contrastanti, infine, dal fronte della cassa integrazione. A luglio, c'è stata una domanda di 14,5 milioni di ore, con un calo del 25,7% rispetto a giugno e del 57,4% rispetto al luglio 2017. In particolare, la variazione tendenziale è stata pari a +24,9% nel settore industria e -7,9% nel settore edilizia. La variazione congiunturale registra nel mese di luglio 2018 rispetto al mese precedente un decremento pari al 22,9%.

Pubblicato l'Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di luglio 2018. Rispetto a maggio l'aumento è stato del 38,3%.

Del resto, la prima parte dell'anno è stata particolarmente positiva: complessivamente, nei primi sei mesi sono state registrate 3.892.000 assunzioni, il 6,9% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Nei primi sei mesi dell'anno si registra una crescita del 4,9% con il passaggio da 726.232 a 762.228 domande nel complesso.

Share