Dietrofront "milleproroghe": resta l'obbligo di certificazione vaccinale per l'accesso a scuola

Share

Caos vaccini: arriva il colpo di scena. La maggioranza, infatti, avrebbe pronto un emendamento per confermarlo e per ristabilire, nei fatti, un principio fino ad ora contestato. Ieri le critiche erano state mosse anche durante l'audizione degli esperti in commissione Affari costituzionali. Beatrice Lorenzin ha parlato di un "emendamento gravissimo", perché "abbiamo visto che esiste un movimento organizzato che predispone autocertificazioni false".

"Siamo di fronte ad una scelta poco razionale e molto ideologica - scrive via Facebook la presidente dei deputati di Forza Italia Mariastella Gelmini a proposito della gestione caotica del tema vaccini da parte del Governo - che ha come unico scopo quello di raccattare il consenso di una rumorosa minoranza refrattaria alla scienza e alla medicina, nell'illusione che basti solo questo per governare un Paese". Giuseppe Buompane e Vittoria Baldino, i due relatori grillini delle commissioni Affari Costituzionalie Bilancio della Camera che stanno esaminando il decreto MilleProroghe, ha scritto La Stampa, hanno presentato un emendamento che cancella l'articolo sei, cioè quell'articolo che sopprimeva il divieto di iscrizione in asili e scuole materne per i bambini che non erano stati vaccinati. Per questo motivo si è deciso di affrontare questo lavoro nello strumento del ddl liberando il Milleproroghe, che assolve a funzioni diverse, da questa incombenza. "Questo al fine di trattare le politiche vaccinali con un provvedimento normativo ad hoc: il ddl che abbiamo già depositato al Senato e di cui si inizierà l'esame nel più breve tempo possibile".

Lula non può essere candidato
Ora il Pt si vede costretto a sostituire Lula con il candidato alla vice presidenza, l'ex sindaco di San Paolo Fernando Haddad . Se si votasse oggi e potesse correre: Lula risulterebbe certamente il più votato dai brasiliani, secondo tutti i sondaggi.

"Il nuovo disegno di legge -aggiunge Baldino- sui vaccini sarà in grado di definire un quadro normativo completo e coerente, che andrà di pari passo con l'istituzione dell'indispensabile Anagrafe vaccinale". I controlli, secondo quanto si apprende, sono partiti da martedì in nidi e materne e proseguiranno nei prossimi giorni anche negli altri istituti scolastici selezionati a campione. All'attenzione dei militari, in particolare, le autocertificazioni prodotte dai genitori che devono essere conformi alle disposizioni ministeriali. I risultati dei controlli effettuati verranno comunicati con ogni probabilità già in giornata ai Nas di Roma, dopodiché avrà inizio il controllo della documentazione incrociando i dati raccolti in scuole e Asl. Parere con il quale si chiede di sopprimere il comma 3 dell'articolo 6 del decreto legge che prevede la proroga dell'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione a scuola.

Share