F1: Montezemolo, la Ferrari sappia perdere

Share

Era impossibile che la frase pronunciata da Maurizio Arrivabene al termine del GP di Monza, ossia che la Ferrari "non assume maggiordomi" cadesse nel vuoto ed infatti oltre ad infiammare il popolo delle reti sociali, ha risvegliato dall'oltretomba l'ex Presidente del Cavallino Luca Cordero di Montezemolo il quale, un po' per essere bastian contrari, un po' perché re delle preferenze per un pilota piuttosto che per un altro, ha rimbeccato il manager bresciano per non aver imposto una strategia pro-Vettel prima del via della gara.

Montezemolo critica anche i tifosi ferraristi e il pubblico di Monza, che ha fischiato a lungo i piloti della Mercedes a fine gara: "Lewis è un grande campione, è sempre stato molto corretto e ha fatto una gara fantastica".

Fischi, "buuu" e qualche insulto sono stati la colonna sonora del podio del Gp d'Italia. L'ex n.1 di Maranello assolve anche la condotta di gara di Valtteri Bottas, che ha deliberatamente rallentato Raikkonen, favorendo la vittoria di Hamilton.

Starbucks a Milano, oggi l'inaugurazione. Entro l'anno 4 nuovi store
Nel mondo ci sono solo altre due Starbucks Reserve Rostery come quella italiana, a Seattle e a Shangai. E ora, nella sfida anche culturale tra Starbucks e caffè italiano, vedremo chi la spunterà.

In difesa della propria presa di posizione, Montezemolo ribadisce: "Abbiamo vinto alcuni campionati quando ero presidente e amministratore delegato, con Kimi, Felipe Massa, Rubens Barrichello, Michael Schumacher e Eddie Irvine". Fa parte della storia. Ha fatto la sua gara. "È difficile vincere, ma è ancora più difficile vedere vincere vincere gli altri e accettare la sconfitta" ha dichiarato Montezemolo. La Mercedes ha fatto il suo lavoro. "Ieri io non ero per nulla contento di ciò che ho visto, anche da parte del pubblico". Ho sentito qualcuno fare delle critiche...

Parole al veleno, "contro" il team principal Arrivabene si, ma anche contro il management Rosso che, malgrado le premesse, che furono fatali allo stesso Luca, da quando ha subito un brusco cambiamento dopo 23 anni, nel 201r con Marchionne ed ora con il duo Elkann-Camilleri, non ha ancora alzato nessun trofeo. I rumors avevano fatto intuire che la Ferrari avrebbe fatto l'annuncio della promozione del pilota monegasco sul sedile della Rossa già a Monza, ma la splendida Pole position realizzata da Raikkonen ha convinto la dirigenza a rinviare tutto.

Share