Febbre del Nilo, zanzare in calo in Piemonte. Ma aumentano i casi

Share

E' giunto da noi non certo con i barconi ma con gli uccelli migratori, che pur non venendo infettati possono portare il virus. "Il virus infatti colpisce anche anche gli equini, ma l'unico essere vivente che sembra sviluppare malattia seria è l'uomo". Lo chiede Daniele Marchetti della Lega nord, che in un'interrogazione porta l'attenzione sul tasso di infezione in Emilia-Romagna, prima in Italia per numero di casi.

Stamane è deceduto un paziente di 83 anni colpito dal virus West Nile: l'uomo era ricoverato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. In effetti l'esame della Pcr avrebbe dato esito negativo tanto nel laboratorio di riferimento per la Febbre del Nilo, quanto in quello romano dell'Istituto superiore della Sanità. Gli interventi sono stati pianificati questa mattina nel corso dell'incontro organizzato a Legnago dall'Ulss9, al quale erano presenti tutti i 22 Comuni scaligeri nei quali, nei mesi scorsi, si sono verificati contagi. L'anziano ha un quadro clinico neuroinvasivo (encefalite) ed è ricoverato presso l'ospedale Humanitas, dov'è ricoverato anche un 74enne residente a Milano, quadro clinico neuroinvasivo (encefalite).

F1: Montezemolo, la Ferrari sappia perdere
La Mercedes ha fatto il suo lavoro. "Ieri io non ero per nulla contento di ciò che ho visto, anche da parte del pubblico". Fischi, "buuu" e qualche insulto sono stati la colonna sonora del podio del Gp d'Italia .

Le condizioni di salute dell'uomo, un 72enne di Terralba che aveva trascorso un periodo in Rianimazione, sono progressivamente migliorate fino a permetterne il rientro a casa. Entro due settimane la disinfestazione si estenderà a tutti i Comuni in cui il virus si è palesato. Nelle persone anziane, nei bambini molto piccoli e nelle persone con alterazioni del sistema immunologico, sono possibili manifestazioni più gravi.

Questo vale anche per le società sportive che gestiscono i campi di gioco: dai campi di calcio a quelli da tennis, passando per gli ippodromi, tanto per fare degli esempi, è fondamentale tenerli puliti, senza pozzanghere o ristagni di acqua e nel caso operando opportuni trattamenti di disinfestazione. Il rischio di esposizione ai morsi delle zanzare si riduce anche grazie all'utilizzo di prodotti specifici come i repellenti.

Share