Ferrari: lanceremo Purosangue, entro il 2022 60% di vetture ibride

Share

Il nuovo modello, ha spiegato nel corso della presentazione del piano, "è nel dna Ferrari e sarà al 100% una Ferrari, offrendo le stesse emozioni di guida ma con grande confort e approcci rivoluzionari per numerosi elementi. Lo chiameremo Purosangue, sarà senza dubbio un Ferrari con performance mia vista e lo lanceremo alla fine del piano nel 2022".

Quanto all'atteso SUV marchiato Ferrari, si chiamerà Purosangue e vedrà la luce nel prossimo decennio. Non voglio offendere nessuno ma la parola suv non va bene. "Il piano è ambizioso ma è fattibile", ha dichiarato il ceo della Rossa non prima di aver migliorato i target di fine anno con investimenti previsti in aumento a 650 milioni rispetto ai 450 milioni iniziali e un debito industriale netto inferiore ai 350 milioni che verrà azzerato nel 2020.

Sul piano dei motori tradizionali ci sarà la novità del V6 che si andrà ad aggiungere ai poderosi V8 e V12.

Malore per Lele Spedicato dei Negramaro: è in rianimazione
Il chitarrista dei Negramaro , trasportato in codice rosso al Vito Fazzi di Lecce , è stato colto da un malore a bordo piscino. Ricoverato d'urgenza, Spedicato è sottoposto ad accertamenti neurologici per chiarire quale sia la causa del grave malore .

LA PRODUZIONE La nuova produzione sarà suddivisa in quattro segmenti: Sport, GT, Serie speciali e Icona, le serie limitate come le ultime Ferrari SP1 e SP2 Monza. "Anche il crescente benessere è un elemento a nostro favore".

Ferrari stima nel 2022 un ebitda tra 1,8 e 2 miliardi con un margine del 38% e un fatturato superiore ai 5 miliardi. "Ammetto che, come ferrarista duro a morire, sono stato un po' scettico quando il concept è stato portato in cda".

Per quanto riguarda il futuro di Ferrari in F1, Camilleri si è espresso così: "Le discussioni stanno ancora andando avanti sia sugli aspetti tecnici sia su quelli economici". La previsione sui modelli ibridi è stata confermata anche dall'amministratore delegato Louis Cammilleri, secondo il quale, inoltre, ci sarebbe ancora "un potenziale importante per nuovi successi di Ferrari in tutta l'Asia in particolare in Cina". Introdotto da John Elkann, a sua volta nella nuova carica di presidente, dopo il ricordo di Sergio Marchionne, il nuovo a.d. del Cavallino ha illustrato la strategia futura. Sergio Marchionne ha rivestito un ruolo fondamentale nel rendere possibile questo futuro E di questo gli saremo sempre grati.

Share