Gb, il sindaco di Londra: serve un altro referendum sulla Brexit

Share

Intervistata dal programma "Panorama", la May interviene a proposito della riunione di una cinquantina di deputati Tory che auspica un suo passo indietro. E adesso, ha aggiunto, al Regno unito non rimane che "un cattivo accordo" con l'Ue o "nessun accordo", giudicati entrambi "incredibilmente rischiosi".

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, lancia un appello al governo per dare corso ad un secondo referendum sulla Brexit.

Claudio Baglioni "Al Centro": anticipazioni e scaletta del concerto all’Arena di Verona
Intanto la scaletta di questo concerto evento di Baglioni all'Arena di Verona si preannuncia ricchissima di canzoni. Sabato 15 settembre il concerto viene trasmesso in diretta in prima serata alle ore 21 .05 su Rai 1 .

In un articolo sul domenicale del Guardian, l'Observer, il popolare sindaco laburista, musulmano di origine pakistana, ha affermato che il governo conservatore di Theresa May non ha "il mandato per giocare d'azzardo così smaccatamente con l'economia britannica e la vita della gente". Ci saranno rappresentanti di varie associazioni in prima linea nella difesa dei diritti dei lavoratori, tra le quali "UKCEN - UK Citizenship for European Nationals", "The3Million" che ha recentemente scritto una lettera ai due maggiori esponenti delle trattative: il ministro britannico per la Brexit Dominic Raab e il capo negoziatore per conto dell'Europa Michel Barnier; ed ancora "Moving Forward" oltre a sindacalisti della stessa "INCA-CGIL UK" e del "BFAWU - Bakers & Food Allied Workers Union". Il 47enne primo cittadino della capitale del Regno Unito ha sottolineato come siano emerse le "menzogne" del fronte del Leave in quanto i cittadini "non hanno votato per uscire dall'Ue e diventare più poveri, vedere le loro aziende soffrire, avere i reparti dell'Nhs (il servizio sanitario nazionale, ndr) a corto di personale.". Serve "un voto pubblico" in caso di accordo o per restare nell'Ue, se il negoziato fallisse.

Share