Giappone, il tifone Jebi provoca almeno 10 morti e centinaia di feriti

Share

Purtroppo anche il trasporto ferroviario ha subito dei danneggiamenti, la famosa linea superveloce Shinkansen, che collega Osaka e Tokyo, è stata sospesa così come sono state chiuse le autostrade, inoltre vi sono all'incirca 1,6 milioni di case senza l'energia elettrica. La pista di decollo dell'aeroporto risulta allagata, riferiscono le autorità, assieme ai piani sotterranei di uno dei terminali.

In Giappone è in arrivo un tifone tremendamente potente che gli scienziati definiscono come il più pericoloso degli ultimi 25 anni.

Cento passeggeri in quarantena a New York dopo un volo da Dubai
L'aereo è atterrato poche ore fa, alle 9:18 ora locale (circa le 16:00 in Italia), all'aeroporto " John Fitzgerald Kennedy " di New York .

Il tifone Jebi è arrivato oggi in Giappone, provocando grossi danni e causando il ferimento di molte persone soprattutto nell'ovest del paese.

Secondo l'agenzia meteorologica nazionale, Jebi proseguirà fino al versante occidentale dell'isola di Hokkaido, per poi ridurre la propria intensità fino al grado di tempesta tropicale. Il tifone, ora dovrebbe spostarsi verso la città di Fukui a una velocità di 65 km all'ora, con venti che soffiano fino a 180 kmh e con una pressione di 965 hectopascal al suo centro. A Higashiomi, nella prefettura di Shiga, è morto un uomo nel crollo di un magazzino a causa dei forti venti. La maggior parte dei feriti sono lievi. Anche diverse imbarcazioni e abitazioni sono state distrutte dal disastro meterologico: 600 voli, infine, sono stati cancellati. E il portavoce del governo, Yoshihide Suga, ha chiesto di prendere "tutte le misure possibili" contro il tifone. Costantemente aggiornato sulla situazione è il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, che ha annullato un viaggio all'interno del Paese per coordinare gli interventi dell'esecutivo per limitare i danni che senz'altro causerà il tifone Jebi.

Share