"Ho revocato la revoca della concessione al mio barbiere" — Toninelli su Twitter

Share

Una lettera ai colleghi del 13 settembre per ricordare che "coloro che volessero devolvere volontariamente il valore di una o più ore di lavoro a favore delle famiglie delle vittime della tragedia del ponte Morandi - si legge - dovranno compilare il modulo qui riportato". Dopo le critiche per la foto in cui il ministro sorride, negli studi di Porta a Porta, davanti ad un plastico del ponte Morandi di Genova, questa volta Toninelli è finito nel mirino per una foto postata sul suo profilo Instagram. "Scaricare i costi del disastro sui lavoratori è semplicemente ignobile", scrive il senatore M5S.

Moltissimi, a un mese dal crollo di ponte Morandi , quelli che hanno pensato a un (oggettivamente inopportuno) accostamento fra la "concessione" al barbiere e quella ad Autostrade per l'Italia: "Io revocherei a te la concessione da ministro", gli ha scritto qualcuno, prima che Toninelli cancellasse il commento "incriminato".

Meteo Weekend: dopo due giorni di pioggia nel fine settimana torna l'estate
Le temperature resteranno relativamente alte: 30° C di massima a Roma, 25° C a Torino, 28° C a Milano. Nella sera nuvoloso su quasi tutti i settori, con qualche piovasco sulle Prealpi bresciane.

"L'idea e la richiesta non vengono da noi". Un'iniziativa lodevole, scelta dai lavoratori di Autostrade che, in questo modo, vogliono far sentire la propria vicinanza per la tragedia che ha colpito Genova. Un bel gesto che, però, non è stato capito dal Ministro Toninelli che ha subito armato la mano per attaccare la società - che, stavolta, non c'entra nulla - con un tweet. "Si tratta dunque - prosegue la nota - di un'iniziativa che la società ha deciso semplicemente di sostenere e supportare e che si realizza su base esclusivamente volontaria, attraverso la libera ed eventuale decisione di ogni lavoratore della società di devolvere il corrispettivo economico di una o più ore del proprio lavoro". Le interpretazioni "fuorviante e pretestuosa fornita oggi da alcuni quotidiani sul tema e alle polemiche che ne sono seguite" spingono Autostrade a ritenere che l'iniziativa sia stata vittima di una "strumentalizzazione".

Share