Il governo sfonda il deficit a 2,4%. Tria stava lasciando?

Share

Nel governo "andiamo d'amore e d'accordo e condividiamo obiettivi e responsabilità. Siamo soddisfatti, è la manovra del cambiamento".

Parole dolci anche di Matteo Salvini.

Luigi di Maio si è affacciato al balcone di palazzo Chigi insieme ai ministri del M5S per salutare la folla dei parlamentari stellati assiepati con leloro bandiere in piazza Colonna. E ancora: "Bisogna affrontare il problema della crescita in un momento in cui c'è un rallentamento della crescita Ue che si riflette sulla crescita dell'Italia", ha spiegato il ministro. Ci siamo sentiti più volte e ha negato. "Ora scendiamo!", li ha blanditi il vicepremier. La decisione sarà presa dal collegio dei commissari nella seconda metà di ottobre, dopo la presentazione formale del progetto di legge di bilancio, ma i tecnici dell'esecutivo comunitario inizieranno sin da subito ad analizzare i dati contenuti nella nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (Def).

Roma-Lazio 0-0 La Diretta Florenzi gioca alto a destra
Simone Inzaghi ripropone Luis Alberto al fianco di Immobile , così come Milinkovic-Savic a centrocampo e Marusic sulla destra. In difesa infatti Wallace è insidiato da Luiz Felipe , mentre Radu sembra recuperato e parte favorito su Caceres.

Ha portato avanti una linea ostinata e contraria fino al Consiglio dei ministri, poi il suo voto è arrivato suo scostamento nei saldi di bilancio che aveva promesso di non autorizzare. I vice premier Salvini e Di Maio in una dichiarazione congiunta annunciano l'intesa. L'accordo sul deficit al 2,4% affronterà ora il primo test con l'apertura dei mercati finanziari. Buon risultato invece all'asta di Btp con rendimenti tornati sotto il 3% e soprattutto una domanda sostenuta, ai massimi dal maggio scorso. "Interpretare bene questo mandato è quello che stiamo cercando di fare". Anche il costo di questa misura è stato calcolato da Confcommercio nell'ordine di 5 miliardi di euro. "Qualcuno ha il coraggio di opporsi a questa cosa?". Lui stesso, stando a quanto riporta La Repubblica oggi, ha detto che rimmarà per patriottismo, per evitare che l'Italia cada nelle fauci della speculazioni, e che si eviti una tempesta finanziaria che potrebbe gettare il paese nel caos. "Questo governo - ha detto Tria - non può permettere un aumento della pressione fiscale, ma deve andare verso la riduzione". Lo affermano i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Una sorta di aliquota "piatta" come più volte è stata configurata nelle intenzioni della maggioranza.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. "Dobbiamo avere fiducia, se si perde la fiducia nessuno investe e nessuno consuma".

Share