Il ritorno di Berlusconi e Galliani: nel mirino il Monza

Share

"La mia presenza sarebbe così giustificata". Dopo aver lasciato il Milan con una bacheca ricca di trofei, ora l'ex presidentissimo rossonero è intenzionato a prendere le redini della Società Sportiva Monza 1912 nota semplicemente come Monza.

"Visto quello che è successo nelle ultime ore, probabilmente la notizia è vera - ha aggiunto -".

Silvio Berlusconi e Adriano Galliani stanno pensando di ritornare nel calcio.

Dietrofront "milleproroghe": resta l'obbligo di certificazione vaccinale per l'accesso a scuola
Ieri le critiche erano state mosse anche durante l'audizione degli esperti in commissione Affari costituzionali. Caos vaccini: arriva il colpo di scena.

A diffonderla è stata nel tardo pomeriggio la testata Sky Sport, che ne è venuta a conoscenza da fonti della Fininvest, l'impero finanziario creato dall'ex presidente del Consiglio. Secondo le fonti, la mossa è dettata anche dal desiderio di Berlusconi "di fare qualcosa per il territorio dove vive", dal momento che Monza sorge a pochi chilometri dalla sua residenza di Arcore. Ripartire dalla Serie C per gli uomini che hanno segnato la gestione più vincente di un club nella storia del calcio italiano, con 29 trofei conquistati in 31 anni dal 1986 al 2017, sarebbe una sfida stuzzicante con un sogno a medio termine.

Quello fra la società monzese e gli ambienti vicini a Berlusconi sarebbe stato un "abboccamento".

Il Presidente del Monza, Nicola Colombo, ha voluto esprimere il suo parere in merito alla possibile cessione del club a Silvio Berlusconi e Adriano Galliani. Intervistato da Monza-News questi ha specificato: "È vero, ho ricevuto una telefonata ieri da un dirigente Fininvest che ha fatto con me un sondaggio sulla situazione del Monza per entrare". E' chiaro che a un gruppo del genere non è possibile rispondere con un 'non mi interessa'.

Share