In Olanda 7 arresti, preparavano attacco

Share

La Procura nazionale all'Aja rende noto di aver sventato quello che loro stessi definiscono un "grande attentato terroristico".

Gli arresti arrivano al termine di un'inchiesta durata diversi mesi, durante la quale la polizia ha tenuto sotto osservazione un gruppo di uomini tra i 21 e 34 anni, originari di Arnhem, Rotterdam e paesi limitrofi, che facevano capo a un iracheno 34enne, condannato nel 2017 per aver tentato di recarsi nei territori controllati dallo Stato Islamico. Secondo quanto emerso, volevano colpire durante un importante evento (forse un festival musicale), armati dei terribili fucili russi Ak-47, i noti Kalashnikov di derivazione sovietica, tanto vecchi quanto praticamente indistruttibili. "La polizia ha arrestato giovedì sette uomini - le parole del pubblico ministero, riportato da Il Fatto Quotidiano - sospettati di essere a uno stadio molto avanzato nella preparazione di un grande attentato terroristico in Olanda". Il capo della banda sarebbe un 34enne iracheno, e anche lui era già stato condannato per aver militato nell'Isis.

Grande Fratello Vip, Ivan Cattaneo: "Rifiutare una donna è peggio che violentarla"
Il reality non è una terapia, guarisci dall'abbandono del marito, ma la perdita del figlio è una sofferenza del cuore immensa. Oggi ho chiesto di fare lo stesso questa esperienza - ha spiegato Lory Del Santo nel salotto di Verissimo su canale 5 -.

I terroristi erano pronti ad entrare in azione nelle città di Arnhem e di Weert. Altri due sospettati sono stati condannati per aver cercato di raggiungere l'Iraq e la Siria. "Uno degli uomini originari di Arnhem voleva condurre un attacco con un gruppo nel corso di un grande avvenimento nei Paesi Bassi e fare molte vittime, secondo i servizi segreti olandesi (AIVD)", ha spiegato la Procura.

Share