L’amica geniale: rilasciato il trailer della serie tv presto su Rai 1

Share

"I bambini non sanno fingere come degli attori professionisti: se Ludovica ed Elisa, come spero, sono state più che all'altezza del ruolo è perché Elena Ferrante aveva costruito dei personaggi chiari, con una matrice che, proprio come le scarpe Cerullo, sanno radicarti molto per terra", dice Costanzo. Scrittrice, immersa in una casa piena di libri, Elena accende il suo computer e inizia a scrivere la storia della loro tempestosa amicizia, a partire dal momento in cui Elena ha incontrato Lila durante il loro primo anno di scuola elementare nel 1950.

L'amica geniale non è solo una serie con due tra i personaggi femminili più intriganti, controversi e reali portati sullo schermo a oggi, è anche un racconto su come l'insegnamento e l'istruzione possa spesso cambiare le carte del destino.

Sia RAI che HBO hanno rilasciato rispettivamente due primi trailer ufficiali per l'attesa L'amica geniale, omonima trasposizione televisiva della serie di romanzi bestseller dell'autrice Elena Ferrante co-prodotta dalle due compagnie e diretta interamente per la televisione da Saverio Costanzo (Hungry Hearts).

È arrivato il primo trailer dell'attesissimo adattamento televisivo del best seller di Elena Ferrante, "L'amica geniale", che verrà proiettato in anteprima alla 75ª Mostra del Cinema di Venezia.

"Una prima persona - spiega il regista - che accompagna lo spettatore dentro i pensieri più inconfessabili della protagonista".

Napoli, Ancelotti: "Primo tempo è stato troppo negativo"
Perchè con lui si storce sempre la bocca però io ne vorrei dieci di Barreto per attaccamento, professionalità e cuore. Come migliorare? Mettendo in campo una maggiore "garra": "Ci sono stati segnali buoni nella ripresa".

Non ci resta che aspettare.

Gli otto episodi "vogliono essere parte di un unico racconto" anche se "una divisione tematica li differenzia per forma filmica e struttura narrativa, ispirandosi ogni volta ai mutamenti del corpo e agli stati d'animo delle protagoniste. L'immagine, la messa in scena, i colori della serie evolvono così e si modificano con l'avanzare della storia", conclude il regista. Prossimamente su HBO e RaiPlay.

La storia narra dell'amicizia fra due bambine (Elena e Lila), poi diventate ragazze e poi donne.

"Il set - rivela la Andreatta - è uno dei più grandi studios a livello europeo: 25 mila metri quadri vicino a Caserta, dove abbiamo costruito il Rione in cui la storia è ambientata". Sullo sfondo è una Napoli periferica che spazia dagli anni '50 ai '60. I costumi saranno circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.

Dal mese di marzo la Wildside ha stabilito gli uffici di produzione ed ha organizzato il casting presso il Cohausing Cinema Napoli di palazzo Cavalcanti, lo spazio, nella centralissima e storica via Toledo, che l'Amministrazione Comunale ha destinato come strumento di incentivazione e sostegno alle produzioni e che con 'L'amica geniale' ha realizzato un risultato entusiasmante.

Share