Manovra, Tria: quest'anno prevista solo una mini correzione del debito

Share

"Personalmente - ha detto in un altro passaggio replicando a chi gli chiedeva di Tav e Tap - spero che si facciano, che il problema si sblocchi, che ci sia una soluzione, anche perché si tratta di grandi collegamenti internazionali".

Allo studio ci potrebbe quindi essere una revisione più ampia rispetto all'ipotesi circolata nei giorni scorsi di tagliare solo l'aliquota più bassa dal 23 al 22% fino a 15mila euro. Anche la flat tax, ha spiegato, è una misura che "richiede tempo" e "va finanziata con le tax expenditure". Così il ministro dell'Economia Giovanni Tria ha parlato oggi del ruolo di Cassa depositi e prestiti, indicata in molte occasioni come ancora di salvezza per le imprese in difficoltà, compresa Alitalia. "Si può costruire una strategia politica economica coerente - ha spiegato - anche se è partita da una campagna elettorale non del tutto coerente". "Si tratta di disegnarlo in modo che abbia effetti positivi perché il reddito di cittadinanza aiuta la crescita se è disegnato bene".

Tria dalla Summer School di Confartigianato ha, invece, reso pubblica l'intenzione dell'esecutivo di procedere da subito nella legge di bilancio (che dovrà essere approvata entro il 20 ottobre) alla riduzione dell'Irpef. Certo, riconosce Tria, "bisogna valutare qual è il costo addizionale, bisogna vedere quanto serve in più".

Usa: esplosioni gas, 1 morto e 16 feriti
Le scuole locali sono state adibite per accogliere gli sfollati e quasi 18mila persone inoltre sono rimaste senza corrente. Le altre esplosioni , che hanno provocato anche devastanti incendi , sono avvenute nelle città di Andover e North Andover .

"Bisogna vedere le compatibilità di bilancio ma sono molto favorevole a partire" con "un primo accorpamento e una prima riduzione delle aliquote sui redditi familiari". La pace fiscale è necessaria, ma solamente nell'ambito di una riforma delle tasse.

"Siamo sulla stabilizzazione, nell'anno in corso ci sarà una correzione di 0,1, adesso vediamo gli ultimi dati". La manovra verrà presentata ad ottobre ed entro la fine di settembre dovrebbero essere prese decisioni anche sull'abolizione della legge Fornero e sul reddito di cittadinanza. Il Def di aprile fissava il debito 2018 al 130,8% del Pil in calo dal 131,8% del 2017. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Share