Medicane, pericolo uragano per la Sicilia

Share

Al Sud il tempo risulta più instabile sul settore ionico con rovesci sparsi su Calabria e Sicilia orientale. In arrivo il Medicane Zorbas, almeno di categoria 1.

Il termine "Medicane" è una fusione tra le parole "Mediterranean" e "Hurricane".

"L'intenso vortice di bassa pressione che ha preso vita nel Mar Ionio - afferma il meteorologo Daniele Izzo - nelle prossime ore potrebbe assumere alcune delle caratteristiche di un ciclone tropicale".

/// Un po di didattica per avere un po' di chiarezza: un TLC è un ciclone tropicale del Mediterraneo.

Genova: Toninelli, la ricostruzione potrà partire solo dopo il dissequestro
Insomma, il suo sfogo è ormai virale. " Noi genovesi siamo pratici, non ce la stiamo a filare, a raccontare - scrive -". Noi genovesi facciamo le cose semplici e in poco tempo, perché il tempo è denaro.

Da diversi giorni poniamo la nostra attenzione all'estremo Sud Italia a causa di Zorbas, il ciclone che si è formato sul Mar Ionio. Attraverso i dati satellitari è possibile individuarne la genesi, che come per gli uragani tropicali, è da ricercarsi nell'eccessiva energia termica presente sopra il mare, che nel Mediterraneo avviene normalmente tra Agosto e Settembre. Quindi i venti di Bora che hanno raffreddato l'aria e abbassato le temperature da inizio settimana si placheranno.

Secondo le previsioni dei centri meteo ciò che starebbe per verificarsi avrebbe una intensità di portata storica.

Gli effetti di questo "Uragano Mediterraneo" saranno principalmente mareggiate e venti di forte entità che andranno dai 100 ai 150 chilometri orari. Successivamente è molto probabile che il ciclone si intensifichi ulteriormente grazie al contributo offerto dalla corrente a getto polare alle alte quote (oltre che alla presenza di aria molto fredda e secca) in grado di sollecitare le velocità verticali, aumentare la convezione attorno all'occhio centrale e innescare un approfondimento del ciclone con relativo incremento della forza centrifuga. "Il Mediterraneo raggiunge queste temperature solo in superficie, per cui non può sostenere la formazione di un vero uragano". Vi è ancora una piccola possibilità che Zorbas possa colpire l'Italia, ma l'ipotesi è al momento molto isolata e poco percorribile. Nell'area metropolitana di Atene potrebbe registrarsi piogge di oltre 50 millimetri.

Share