Migranti, Salvini: "Rimpatriarli tutti? Ci metteremo 80 anni"

Share

Così Matteo Salvini in un'intervista a 'L'Indignato specialè su Rtl 102,5 parlando di migranti. Manca dunque solo solo l'approvazione del ministro dell'Interno italiano. E poi assicura di non aver "fatto né un attacco alla magistratura il giorno prima, né una retromarcia il giorno dopo".

Per il ministro dell'Interno, attualmente quello che funziona "decentemente" è l'accordo con la Tunisia, "noi organizziamo due charter a settimana per un'ottantina di espulsioni alla settimana".

Oppo Find X, smartphone con riconoscimento facciale
Sotto la scocca troviamo il processore top di gamma di Snapdragon (845), 8GB di RAM e 256GB di storage non espandibile. OPPO Find X si distingue per il suo design unico senza bordi e l'assenza di sensori visibili sulla superficie .

Sui magistrati. "Per carità di Dio non ce l'ho con i magistrati, come non ce l'ho con i dentisti o i tassisti". Se un tassista ti frega, non vuole dire che tutti ti fregano. "Ma che ci sia qualche magistrato con chiare e evidenti simpatie politiche non svelo il mistero di Fatima". In particolare, il vicepresidente del Consiglio se la prende con Magistratura Democratica, che "sposa la campagna pro-immigrazione insieme, tra gli altri, a: Ong, Arci, Potere al Popolo, Rifondazione comunista e coop varie (compresa la Baobab Experience dove si erano rifugiati gli sbarcati della Diciotti)". E quindi questo è un dossier su cui sto lavorando, su alcuni Paesi - dice ancora il leader leghista e titolare del Viminale - siamo già abbastanza avanti, in Tunisia ci andrò a settembre perchè i tunisini sono arrivati in più di quattromila quest'anno ed è la nazionalità più presente.

"Stiamo lavorando per fare quello che in vent'anni non si è fatto: accordi di espulsione e rimpatrio assistito con tutti i Paesi di provenienza di questi ragazzi e di queste ragazze".

Share