Milan, Gattuso: "Barella? Mi piace, nome fatto con la vecchia proprietà"

Share

Su Higuain: "Nell'amichevole contro il Pro Piacenza ha avuto delle occasioni senza segnare e sembrava l'uomo più arrabbiato al mondo, questo è lui, ti fa capire il campione che è".

Chiusura sulla centralità di Biglia e su soluzioni alternative in cabina di regia: "Nel ruolo di regista ci possono giocare José Mauri, Bertolacci, sono giocatori che mettiamo in quel ruolo là". Quando uno vuole essere leader deve essere coerente. Il suo ruolo naturale è il regista ma Gattuso vorrebbe farlo giocare anche come mezzala; in questa stagione ha giocato solamente mezz'ora con la maglia rossonera e lo ha fatto da mediano durante la prima partita in casa del Napoli. "Ha un grande professionista dietro di lui, se lo osserva può fare grandi miglioramenti - ha aggiunto - Deve pensare solo a lavorare e ascoltare il meno possibile quello che scrivono e quello che dicono, è ancora giovane e ha grandi margini di miglioramento".

Lewis Hamilton: "Ora battere la Ferrari sarà dura"
Il terzo concetto, netto, espresso da Raikkonen è legato a futuro oltre la Formula 1 nei panni di pilota. Abbiamo le nostre regole interne da rispettare , e sono molto semplici".

Prima di partire per la Sardegna Rino Gattuso ha parlato in conferenza stampa, senza riuscire a mascherare la propria delusione per il trattamento che la critica ha riservato a Mattia Caldara, deludente in Nazionale e ancora in attesa di esordire da titolare con il Milan: "State facendo solo del male a Caldara, non si può distruggere un giocatore dopo una partita. E' un giocatore che riesce ad abbinare qualità e quantità e può fare tanti ruoli a centrocampo".

Sui leader: "Romagnoli è cresciuto molto, Reina è un leader incredibile, si trascina tutti dalla parte sua". Il leader deve essere impeccabile. Non c'è preoccupazione, Bertolacci lo ha fatto tutto lo scorso campionato, Mauri ha fatto bene in tournée. E' un giocatore che sta dando tanto, si fa voler bene, è coerente, questo è un segnale importante a tutto il gruppo di lavoro. Bisogna tagliare bene il campo, raddoppiare sempre, non seguire palla, se sei disordinato la squadra può andare in difficoltà. È un giocatore che non va bruciato, lo sanno tutti, il Milan ha fatto un ottimo affare. "L'anno scorso Bonucci ci ha dato una grossa mano, quest'anno ci stanno aiutando Reina e anche Higuain".

Share