MotoGP Marquez: "Mi piacerebbe fare pace con Valentino"

Share

I due grandi rivali della MotoGP separati dai contrasti in pista maturati nel corso degli ultimi anni. Io non ho nessun problema, io sono andato in Argentina, io ho fatto un errore, sono stato penalizzato, l'ho capito, per sfortuna è stato con lui, ho preso 0 punti, vado al suo box a chiedere scusa, perchè è così.

In un'intervista concessa a TV8 (sotto) Marc Marquez parla di sé affrontando anche temi cari ai tifosi italiani come il rapporto con Valentino Rossi e quello dei fischi sul podio, partendo dal GP di Valencia 2015 dove "Non ero lo stesso in moto". Io ad esempio amo il calcio e tifo il Barcellona, ma se il Real Madrid gioca meglio lo applaudo. "Sarebbe bello fare una gara con tutti i piloti in bianco e i tifosi in bianco così non si sa chi vince finché non scende dalla moto".

Myanmar, "Nave fantasma" riemerge dal mare: era scomparsa nel 2009
Subito è stata apostrofata come " nave fantasma " proprio perchè a bordo non era stato ritrovato nessuno. Si tratta di una grande imbarcazione, lunga più di 177 metri che è stata messa in piedi nel 2001.

"Spero che a Misano ci sia bel tempo e che si riesca a sfruttare bene tutte le sessioni - le parole dell'altro centauro iberico della Honda, Dani Pedrosa - La pista mi piace abbastanza, anche se è un po' accidentata e il livello di grip è spesso una sfida, perché puo' cambiare molto dalle sessioni del mattino al pomeriggio". L'ho fatto perché mi fischiavano. Siamo umani e con tutta quella pressione addosso non possiamo guidare in modo uguale andando a 300 orari. Io ho sempre chiesto alla mia gente di rispettare tutti i piloti anche perchè dopo una gara ce n'è un'altra, la vita continua.

Share