Napoli, Ancelotti: "Primo tempo è stato troppo negativo"

Share

In quelle occasioni abbiamo ribaltato il risultato e oggi no pur avendo fatto un secondo tempo di grande intensità.

"È ancora troppo presto per pensare alle situazioni di classifica, siamo concentrati su quello che abbiamo fatto e che vogliamo fare domani e in futuro, è importante mantenere questa linea pensando a vincere le partite e sapendo che ogni gara diventa più complicata".

Intesa cancella i mutui nella zona colpita dal crollo del ponte Morandi
Inoltre, è concesso ai correntisti di UBI che ne abbiano necessità, una cassetta di sicurezza a titolo gratuito per un anno .

Entrando nello specifico, Ancelotti ha puntato il dito sull'attenzione che dovrà necessariamente aumentare nelle prossime uscite. "C'era una bella cornice di pubblico e poi Frosinone ci misurerà".

"Di insuperabile non c'è niente, è un girone difficile, perché in questo gruppo ci sono tre squadre di alto livello come Napoli, Psg e Liverpool, credo che questo sia riconosciuto da tutti, poi c'è un'outsider come la Stella Rossa che è stata la sorpresa dei play-off". Perchè con lui si storce sempre la bocca però io ne vorrei dieci di Barreto per attaccamento, professionalità e cuore. Come migliorare? Mettendo in campo una maggiore "garra": "Ci sono stati segnali buoni nella ripresa". Siamo stati bravi a non subire un goal. Ma mentre il Napoli attacca senza successo, è invece la Samp a passare in vantaggio al 12': contropiede orchestrato da Saponara, palla filtrante per Defrel che col destro (non il suo piede) trova una traiettoria imparabile per Ospina, che non può far altro che guardare la sfera finire alle sue spalle per l'1-0 dei padroni di casa. "Noi dobbiamo prepararci nella valorizzazione dei 'bambini'". Come è capitato tre volte su tre sino ad ora, i partenopei vanno sotto nel punteggio al Ferraris perché sopraffatti da un avversario assatanato, ma questa volta agli uomini di Ancelotti proprio non riesce la rimonta e dopo aver subito la doppietta di Defrel nel finale è Quagliarella a firmare il capolavoro degno del Museo d'Orsay. "Il Napoli è una squadra forte".

Share