Oettinger ancora contro il governo italiano: "Vuole distruggere l'Europa"

Share

Durante un intervento tenuto a Bruxelles nella serata di martedì, il commissario Oettinger, secondo quanto riferisce il sito di news Politico.eu, avrebbe dichiarato che il progetto europeo è in pericolo di vita e sarebbe minacciato da numerosi avversari interni ed esterni.

Il commissario Ue al Bilancio è sicuro: "alcuni all'interno dell'Europa lo vogliono indebolire o addirittura distruggere: la Polonia, l'Ungheria, la Romania, il governo italiano".

"La rapida approvazione del prossimo bilancio Ue da parte dei leader nazionali e del Parlamento europeo - ha detto Oettinger - dimostrerebbe che l'Europa è ancora capace di agire nonostante queste sfide". Una critica che non ha risparmiato neanche il governo della sua Berlino che non dimostra un sufficiente entusiasmo per l'Europa, in particolare quando si parla del bilancio.

F1: Montezemolo, la Ferrari sappia perdere
La Mercedes ha fatto il suo lavoro. "Ieri io non ero per nulla contento di ciò che ho visto, anche da parte del pubblico". Fischi, "buuu" e qualche insulto sono stati la colonna sonora del podio del Gp d'Italia .

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Per esempio, di parere opposto è la commissaria Ue alla giustizia Vera Jourova.

Dopo le polemiche sull'entità dei fondi versati dall'Italia all'Unione europea, il commissario Ue al Bilancio Guenther Oettinger è tornato ad attaccare l'Italia. "Io sono un'ottimista di natura e di fronte alle difficoltà dobbiamo rendere l'Ue più resiliente e unita".

In vista della discussa votazione, l'iniziativa degli editori si unisce a quelle già portate avanti tra gli altri dai giornalisti europei e dall'intera filiera dei produttori di contenuti, che ha portato alla nascita di movimenti come Europe for creators. Nel mirino finisce anche il ministro delle Finanze, Olaf Scholz, che in relazione al bilancio europeo "è un tesoriere ancor più rigoroso" del predecessore Wolfgang Schaeuble. Le ultime decisioni sui migranti non hanno facilitato la situazione. "Muovendosi solo, col suo complesso da Napoleone, - aggiunge - Macron mette in atto una politica aggressiva contribuendo a creare morte e distruzione".

Share