Ponte Morandi, Autostrade: "Assolti tutti gli obblighi". Toninelli: "Siamo all'indecenza"

Share

Al termine della riunione i vertici della società hanno affermato di aver "preso atto degli elementi di confutazione alla lettera del Ministero delle Infrastrutture datata 16 agosto 2018 predisposti dalle strutture tecniche della società ed ha confermato il proprio convincimento in merito al puntuale adempimento degli obblighi concessori da parte della Società".

Ancora: "Abbiamo presentato - nei tempi nei quali ci eravamo impegnati a farlo - una serie di opzioni di demolizione e di ricostruzione del viadotto Polcevera, che saranno in parte sovrapposte, confermando sostanzialmente i tempi già annunciati".

Autostrade "ha rispettato gli obblighi" della concessione, nonostante il crollo del Ponte Morandi.

Bilancio Ue, Oettinger all'Italia: "Penalità se non versate i contributi"
Ho fatto una proposta principale: creare un meccanismo di coordinamento per la scelta del porto di sbarco. E' il risultato della due giorni di consiglio informale dei ministri della Difesa europei a Vienna.

Critiche ad Autostrade anche dal Vicepremier, Luigi Di Maio: Autostrade dice di aver fatto "un puntuale adempimento degli obblighi concessori previsti dalla convenzione con lo Stato". Il suddetto video però non è stato diffuso affinché non sia riconoscibile da eventuali testimoni e non li influenzi, viene fatto sapere da parte degli investigatori e dal procuratore Francesco Cozzi: "Così possiamo escludere anche dei mitomani che possono inventarsi le cose" ha ribadito. "Siamo all'indecenza", twitta il titolare del Mit. In particolare, si precisa in una nota, sono stati valutati "gli aiuti alle famiglie colpite che hanno interessato più di 200 nuclei familiari, le iniziative di ripristino della viabilità cittadina, le ulteriori iniziative di agevolazione del pedaggio e l'avanzamento del progetto di demolizione e ricostruzione del ponte". Immediata e secca la replica del ministro Toninelli: "È incredibile sentir parlare Autostrade di "puntuale adempimento degli obblighi" dopo una tragedia con 43 morti, 9 feriti, centinaia di sfollati e imprese in ginocchio". Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture e Trasporti, lo scrive su Twitter. In un mese si dovrà concludere, qualora "tutti i sopralluoghi vadano a buon fine".

Nel frattempo, la giunta regionale della Liguria ha approvato la legge che garantirà indennizzi a quanti hanno perso la propria abitazione a causa del crollo del Ponte Morandi.

Il consiglio di amministrazione di Autostrade e Atlantia ha poi sottolineato come siano in corso e al vaglio alcune iniziative a sostegno della città di Genova.

Share