Primarie Pd, Renzi si sfila: "E non è detto che voterò Zingaretti"

Share

Vedremo i candidati alle primarie del Pd. Alla battaglia per la segreteria, ha dichiarato, non parteciperà in prima persona. C'è un signore che ha sbagliato e deve pagare - dice Renzi -. "Sono orgoglioso e felice per i miei figli che hanno un Presidente della Repubblica come Sergio Mattarella".

"Abbiamo governato per mille giorni facendo tante cose", continua Renzi. "Qualcuna venuta bene, qualcuna venuta meno bene". L'ex segretario del Pd spiega anche di non sentirsi in colpa per quanto avvenuto e aggiunge: "Il Pd non ha preso un euro da Autostrade". Di Maio e Salvino manganellano chi non la pensa come loro sul web. Così Matteo Renzia 'Stasera Italia', su Retequattro, il programma condotto da Barbara Palombelli. "Ho già dato due volte".

Ora legale, l'Ue vuole abolirla
Perché ciò accada la misura dovrà essere approvata dal Parlamento europeo e dai capi di Stato e di governo . "La gente lo vuole fare, quindi lo faremo ", ha detto Juncker .

I detrattori possono stare tranquilli, perché l'ex Premier fa sapere che questa volta sarà fuori dai giochi e non si candiderà alla guida del Partito Democratico. Alle prossime elezioni si confronteranno due idee di Europa: da una Salvini, Orban e anche M5s che sta con Farage. "Dall'altra chi all'Europa ci crede ancora, l'Europa della solidarietà". Per la scadenza di maggio, Renzi parla di un'alleanza ampia, da Macron a Tsipras. "Si tratta di aspettare". Noi non ci fermiamo, ma andiamo avanti con più forza di prima. Io mi impegnerò per un congresso delle idee e della passione, non dell'odio e del rancore. "Per cambiare e per dare all'Italia e all'Europa un futuro diverso". Il suo discorso a Cortona è stato molto convincente. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Poi attacca: "Con la spersonalizzazione e puntando tutto sulla sobrietà siamo passati dal 40 al 18 per cento".

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore.

Share