Quale potrebbe essere l'impatto della flat tax sulle partite Iva

Share

Se n'è parlato tanto. Per rispondere è sufficiente prendere in considerazione di dati sulle dichiarazioni dei redditi 2017 (le ultime disponibili) pubblicate sul sito del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'Economia e incrociarli con i 'paletti' annunciati dal vicepremier Matteo Salvini: una flat tax "subito", al 15%, per le piccole partite Iva con reddito fino ad 80mila euro.

Senza una flat tax che riguardi anche le persone fisiche, si configura una netta disparità di trattamento, a vantaggio di professionisti e imprese.

Con la flat tax in arrivo sono molte le novità che ci aspettano.

Aggregando i dati in base al numero di contribuenti appartenenti alle diverse classi di reddito, il maggior risparmio fiscale, pari a 129 euro mensili, andrebbe al 2% dei contribuenti, mentre coloro che guadagnano fra i 15mila e 29mila euro, che rappresentano il 40% dei contribuenti, avrebbero un beneficio fra i 23 e gli 83 euro mensili.

Douglas Costa chiede scusa sui social, ma verrà multato
Questa la ricostruzione delle follie di Douglas Costa da parte di La Repubblica . Dopo lo sputo a Di Francesco , Douglas Costa si è scusato su Instagram .

I veri beneficiari sarebbero le 885mila partite Iva (il 19,8% del totale) che hanno un reddito compreso tra i 26mila euro e la soglia degli 80mila euro indicata da Salvini.

"Il Paese sta facendo una discussione tutta improvvisata sulla legge di bilancio, una discussione fatta da un lato dagli slogan della campagna elettorale più o meno ricollocati nel cosiddetto contratto di governo, da annunci che si inseguono e si contraddicono quotidianamente, ma la cosa che pare sempre più evidente è che condizioni del Paese, necessità del Paese, progetto per il Paese non compaiono in nessun modo in questa discussione". Lo scaglione più alto che verrebbe incluso nella riforma, quello tra 75mila e 80mila euro, vedrebbe le tasse semplicemente dimezzate. Il problema è che l'attuale governo giallo-verde ha ereditato dall'amministrazione passata un buco da coprire di 15 miliardi (aumento Iva e altri impegni).

Salvini e i suoi hanno sostenuto la riforma fiscale che andrà ad aiutare le partite Iva, l'Ires e le pensioni grazie alla modifica radicale della legge Fornero. Resta poi da capire come la riforma impatterà sui soggetti che hanno fonti di reddito provenienti sia da lavoro dipendente che da partita Iva.

In particolare, quella riguardante due regimi semplificati.

Share