Rendimenti e spread in netto ribasso dopo parole Tria

Share

Il ministro Tria aveva indicato fin dall'inizio del suo mandato che il deficit strutturale quantomeno non sarebbe peggiorato. Partiranno tutte le riforme, ci sarà un bilanciamento. Ma chiarisce immediatamente che il riferimento è alla crescita, e non al deficit su cui il titolare dei conti italiani non scuce cifre.

Linea prudente Parlando agli imprenditori e agli investitori riuniti a Villa d'Este, insomma, il ministro dell'Economia rivendica tra le righe che la "linea Tria" della prudenza sui conti arriva confermata all'appuntamento con il nuovo quadro programmatico e la manovra nonostante il dibattito incendiario di agosto. "Quindi partiranno gradualmente, partiranno più o meno tutte con una prima fase, con un equilibrio che non è di tipo politico, accontentare un pezzo o un altro, ma un equilibrio che dipende dalla strategia di politica economica, perché una riforma si regge anche sull'altra".

"Le riforme annunciate dal governo hanno una prospettiva di legislatura".

VOLLEY. Nel Centrale del Foro Italico l'Italia stende il Giappone
Se ci sarà o meno l'Italia , al momento in cui scriviamo, non è dato saperlo perché dipenderà da come andranno le qualificazioni. Comincia oggi il mondiale di volley nel fantastico scenario del Foro Italico di Roma alle ore 19 .30.

Tria ha anche affermato che sta discutendo da giugno con le autorità europee sulla base di obiettivi quali l'aumento del tasso di crescita (per chiudere il gap tra Italia e la media europea) e la discesa del rapporto debito-PIL. "Sono convinto che lo spread tornerà a livelli normali, legati ai fondamentali dell'Italia".

"I mercati in agosto non ci hanno creduto, ma questo è un problema che ormai abbiamo alle spalle essendo passato agosto mese pericoloso che è pericoloso per le fluttuazioni dei mercati finanziari. Dalle dichiarazioni si passerà ai fatti". Si tratterà di "una riforma fiscale che prevede come primo passaggio introduttivo la pacificazione fiscale".

Share